Civitanova Marche: In arrivo la mostra “Antiqua Frustula”

3' di lettura 30/11/-0001 -
Dal 28 luglio approda in città la rassegna dal titolo Antiqua frustula, attualmente aperta a Urbisaglia. L’evento è promosso dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, la Soprintendenza per i beni archologici delle Marche, la Regione Marche, la Provincia di Macerata, i Comuni di Urbisaglia e Civitanova, l’Università di Macerata, la Fondazione Carima, la Fondazione Giustiniani-Bandini e le sezioni dell’Archeoclub di Civitanova, Macerata e Urbisaglia, con il contributo della Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro.

dal Comune di Civitanova Marche
www.comune.civitanova.mc.it


L’inaugurazione è in programma sabato 28 luglio, alle 17,30, nei locali della scuola materna di via Ciro Menotti (Lido Cluana), che ospiteranno la mostra fino al prossimo 28 agosto (orario: tutti i giorni dalle 17,30 alle 22,30). Tra i pezzi esposti, raccolti e ordinati da Umberto Migliorelli, ci sono soprattutto monete e oggetti di bronzo, ma anche altri reperti sporadici provenienti dal territorio di Urbs Salvia, l’attuale Urbisaglia. La rassegna è accompagnata da un catalogo stampato dalla tipografia San Giuseppe di Pollenza, contenente i contributi scientifici di numerosi studiosi.. Quella di quest’anno è la seconda edizione della mostra, dopo quella che aveva fatto tappa a Civitanova nel 2003.

Ci auguriamo – dice il sindaco Massimo Mobili – che prossimamente un evento del genere sia ospitato all’interno di una struttura adeguata. A Civitanova, infatti, è in programma la realizzazione di un museo civico all’interno dell’area ex Cecchetti. L’opera – spiega Mobili – è prevista da un accordo con Civitanova 2000 (la società che ha acquisito l’area ex Cecchetti, ndr), la quale realizzerà il progetto (importo: 250.000 euro) a proprie spese per poi cedere il museo al Comune”. Il progetto esecutivo, redatto dal privato e che sarà sottoposto all’approvazione della Giunta, prevede da una parte il recupero di pressistenti estrutture di archeologia industriale, dall’altra la realizzazione di un nuovo corpo che si svilupperà su una superficie di circa 300 metri quadrati.

Il museo è localizzato sul limite est dell’area ex Cecchetti, a ridosso della linea ferroviaria e dell’abitato. Lì è stata mantenuta una porzione della vecchia fabbrica, una sorta di galleria esterna coperta sotto alla quale si inserirà la nuova struttura museale, che sarà dotata di una sala espositiva e di una sala proiezioni. “All’interno dell’opera – sottolinea il sindaco Mobili – potrà trovare spazio anche quel museo archeologico di cui si parla da tempo, destinato a diventare un importante punto di riferimento culturale per la città”.

La presidente dell’Archeoclub di Civitanova, Anna Maria Vecchiarelli, che ha collaborato all’organizzazione della mostra, pone l’accento sul fatto che “in città esiste una significativa realtà archeologica purtroppo scarsamente conosciuta e che invece meriterebbe di essere valorizzata, come è già avvenuto in altri centri”. “La rassegna che si aprirà la prossima settimana – osserva la stessa Vecchiarelli – rappresenta pertanto un’occasione per avvicinare il pubblico all’affascinante mondo dell’archeologia”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 luglio 2007 - 1220 letture

In questo articolo si parla di mostra, comune di civitanova marche





logoEV