belvedere ostrense: Il benessere non è per tutti

30/11/-0001 -
Alcune settimane fa abbiamo chiesto ai nostri lettori cosa pensano delle statistiche che attribuiscono alle Marche una qualità della vita tra le più alte d'Italia.

di Alessandra Tronnolone
cronachedistorte.blogspot.com


Il 45,65% dei lettori concorda con il rapporto del Censis sulla situazione sociale della regione, ricordando che però non tutti, anzi, soltanto una limitata parte dei cittadini possono goderne.
Insomma, attenzione all'ambiente, industrie competitive in tutto il Paese e all'estero, promozione dell'artigianato e particolare riguardo ai diritti e all'integrazione degli immigrati, sembrano i particolari indicatori che hanno collocato le Marche al sesto posto nella graduatoria del Quars, Qualità regionale dello sviluppo in Italia.

Non sono dello stesso avviso il 23,91% dei lettori che non trovano cambiamenti sostanziali rispetto a qualche anno fa, non avvertendo quindi il miglioramento citato nella statistica, mentre il 15,22% dei lettori approva totalmente il rapporto esaltando a pieni voti il livello della vita ottimale, uno dei migliori delle regioni italiane.

Come spesso risulta dai nostri sondaggi si hanno spesso risposte contrastanti fra loro, infatti il 10,87% si trova in totale disaccordo, anzi trova che nelle Marche la qualità della vita non sia delle migliori, nonostante anche quest'anno le dieci bandiere blu assegnate al territorio.

Il 4,35% commenta invece laconico "Il fatto che le Marche stiano meglio, è una bufala".





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 luglio 2007 - 1360 letture

In questo articolo si parla di redazione, alessandra tronnolone, sondaggio