Ascoli Piceno: Torna il Tau al al teatro romano di Falerone

30/11/-0001 -
Proseguono all’Anfiteatro Romano di Falerone (AP) gli appuntamenti del TAU/Teatri Antichi Uniti , rassegna di teatro classico antico promossa da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche / Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali, Amat, Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche , Provincia di Ascoli Piceno, Provincia di Macerata, Comune di Falerone, Comune di Urbisaglia in collaborazione con Comune di Ascoli Piceno e Comune di Monte Rinaldo.

da Associazione Marchigiana Attività Teatrali


Martedì 24 luglio, il suggestivo spazio vedrà in scena Elettra interpretata dalla bellissima ed espressiva Isabel Russinova diretta dalla mano sapiente di Armando Pugliese, regista noto per l’allestimento di Questi fantasmi! di Eduardo de Filippo con Silvio Orlando, grande successo di pubblico e di critica delle scorse stagioni.

Lo spettacolo è tratto da Elettra la caduta delle maschere, una delle più interessanti opere di Marguerite Yourcenar, intensa scrittrice del ‘900. La scelta del testo, tradotto e ridotto con professionalità da Luca Coppola e Giancarlo Prati, deriva dal desiderio di proporre al pubblico uno spettacolo ancora poco rappresentato, intrigante, inquietante, che stimola la riflessione, oltre che naturalmente portare in scena le psicologie dei grandi personaggi della tragedia.

L’opera è stata scritta nel 1944, in piena guerra mondiale, gli orrori del conflitto hanno spinto l’autrice ad una visione noir del mito di Elettra, un racconto intenso dove si vede quanto sia presente nell’animo umano il desiderio di violenza, di vendetta e di dominio. La Yourcenar riprende l’omonimo dramma di Euripide, il suo autore prediletto fra i tre tragici perché il più moderno, con l’intento di denunciare l’assurdità e la sterilità della vendetta. La scrittrice modella con assoluta libertà i personaggi. Cambiano matricida e motivazioni del matricidio: Elettra uccide con le sue mani Clitennestra. Oreste, a sua volta, anziché restaurare giustizia, compie il parricidio. Da un lato si delinea dunque l’ammirazione per una grande tradizione, dall’altra si sottolinea l’audace volontà di smentirla, perché, secondo la scrittrice, i tempi moderni hanno annullato ogni valore ideale. L’unico modo di ripensare situazioni esemplari è quello di misurarne la inattualità.

Lo spettacolo rappresenta bene la linea percorsa dalla rassegna che, con successo, propone i classici svelandone la loro contemporaneità. Questo racconto della storia di Elettra, infatti, rivisita la tradizione mostrando un dialogo vivace e fertile con il passato. Ad impreziosire la serata sarà lo scenario del Teatro Romano di Falerone, anticamente colonia di Falerio, già molto importante in epoca augustea. L’edificio dedicato all'imperatore Tiberio Claudio nell'anno 43, è ben conservato ed è stato restaurato di recente. Non è stato danneggiato molto dal tempo, solo quel poco che è servito a dotarlo di un fascino inconfondibile, che saprà offrire alla messa in scena un’atmosfera magica e indimenticabile.

Informazioni e biglietti - costo da € 14 a € 17 - tel. 0734 750429, lun - ven 10.30 - 12.30 / 17.00 - 19.30]. Inizio spettacolo ore 21.30.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 luglio 2007 - 1314 letture

In questo articolo si parla di teatro, ascoli piceno