In uscita il nuovo numero della rivista Marche Regione

3' di lettura 30/11/-0001 -
Nell’editoriale del nuovo numero di “Marche Regione”, periodico della Giunta regionale, Gian Mario Spacca prende atto con soddisfazione dei risultati economici conseguiti dal governo regionale e rilancia con forza il tema delle infrastrutture viarie.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


I rapporti ufficiali di Confindustria e del Censis confermano il buon andamento dell’economia marchigiana, superiore alla media nazionale nella produttività, nell’occupazione, negli investimenti e nell’export. Ma la sfida principale riguarda la realizzazione delle infrastrutture”. Nell’editoriale del nuovo numero di “Marche Regione”, periodico della Giunta regionale, il presidente della Giunta regionale, Gian Mario Spacca, prende atto con soddisfazione dei risultati economici conseguiti dal governo regionale e rilancia con forza il tema delle infrastrutture viarie.

“Dobbiamo persistere con determinazione – scrive Spacca - su alcune azioni. Innanzitutto verso le infrastrutture viarie della regione Marche, nel momento in cui sono in gioco opere fondamentali come l’avvio dei lavori della terza corsia dell’A14, l’apertura dei primi cantieri per la Quadrilatero, la gara internazionale per la scelta del partner finanziario della Fano-Grosseto, il nuovo project financing per collegare porto e autostrada a nord del capoluogo di Ancona, per il quale sono disponibili 60 milioni di euro di fondi europei. Senza trascurare lo stesso sviluppo dei collegamenti aeroportuali che potrà ridare smalto e operatività alla società Aerdorica e favorire la crescita economica delle Marche”.

“Ci conforta sicuramente -prosegue il presidente – la stretta correlazione fra i dati del Rapporto annuale di Confindustria Marche e quelli dell’Osservatorio del Censis, nell’indicare - come sia un settore in grande fermento - proprio quello dell’ICT , Information e Communication Tecnology, su cui il modello marchigiano sta investendo e anche la Regione ha investito con fiducia, permettendo un salto in avanti notevole di molte imprese e aziende di questi settori più innovativi, con la conseguente occupazione di tanti giovani laureati. E un altro dato confortante è quello che stabilisce a +2 per cento il trend positivo occupazionale, con un significativo +5,4 per cento per la componente dei lavoratori dipendenti”.

“La regolarità e la continuità – conclude Spacca - devono essere le costanti su cui puntare per perseguire uno sviluppo, solido ed esponenziale, delle Marche. Le annunciate previsioni dei prossimi semestri ribadiscono la forza della nostra terra e la sua capacità di reagire positivamente alle mutevoli dinamiche economiche”. Un giudizio condiviso pienamente da Giuseppe De Rita e da Giuseppe Roma, rispettivamente segretario e direttore del Censis, e dal ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa. Il numero contiene anche un inserto sul bilancio 2007 della Regione.

Altri servizi riguardano il turismo religioso, con un intervento di Giovanni Morello, presidente del Comitato Nazionale V Centenario Basilica di San Pietro, la situazione carceraria, la vitivinicoltura e le pari opportunità. Da segnalare, infine, gli articoli sulle manifestazioni artistiche e culturali, tra cui i primi trent’anni di attività dell’Amat, Musicultura e l’intervista allo storico dell’arte Flavio Caroli su Lorenzo Lotto, di cui quest’anno ricorre il 450° anniversario della morte.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 luglio 2007 - 883 letture

In questo articolo si parla di regione marche