Mondavio: Youth Proofing, seminario giovanile internazionale

30/11/-0001 -
Giovani rappresentanti di 11 nazioni europee parteciperanno al seminario internazionale giovanile dal titolo “YOUTH PROOFING”, che si terrà a Mondavio (PU) dal 9 all’11 febbraio. L’iniziativa è promossa dalla Provincia di Pesaro e Urbino (Ufficio politiche giovanili e comunitarie) insieme all’Ambito Sociale n°VI di Fano, all’associazione culturale “Marasma” e al Consiglio provinciale dei giovani eletti.

da Consiglio dei Giovani eletti della provincia di PU


Il seminario si colloca in un percorso di preparazione al 3° Meeting internazionale dei giovani che si terrà ad Urbino dal 9 al 12 maggio 2007 sui temi della partecipazione giovanile e cittadinanza attiva, promosso dalla Provincia in collaborazione con diversi attori pubblici e privati del territorio.
Parteciperanno attivamente alcuni membri del Consiglio dei giovani eletti, tra cui Alessandro Mengarelli, Benjamin Gunsch, Serena Biagini, Eleonora Sensoli, Roberto Biagiotti e Federico Scaramucci.
Il progetto “YOUTH PROOFING è stato realizzato principalmente per:
  • Condividere assieme a rappresentanti di altre organizzazioni italiane ed europee (associazioni, forum, Consigli etc.) il percorso fino ad ora intrapreso sui temi della partecipazione e cittadinanza attiva.
  • Favorire lo scambio di esperienze.
  • Portare un contributo costruttivo per interventi delle Amministrazioni pubbliche sui temi della partecipazione giovanile.
  • Iniziare possibili percorsi di collaborazione nell’ottica di futuri sviluppi progettuali, in particolare attraverso il nuovo Programma Europeo “Gioventù in Azione”.
"Tra gli obiettivi generali - spiega il Presidente del Consiglio dei giovani Federico Scaramucci - vi è quello di permettere un confronto più allargato possibile sui temi della partecipazione e inclusione giovanile. Ciò spiega l’alto numero di paesi europei coinvolti nel partenariato. L’intenzione è quella di mettere in contatto realtà giovanili molto diverse fra loro per avere stimoli differenti". ”Sarà compito dei formatori cercare di far interagire al meglio queste realtà - dice ancora il Responsabile Scambi internazionali del Consiglio Roberto Biagiotti - al fine di favorire lo scambio di informazioni e di buone pratiche e far emergere indirizzi condivisi. In questo senso vorremmo arrivare a discutere meglio modalità e stili di partecipazione e, magari, arrivare anche ad offrire suggerimenti operativi e buone pratiche che possano essere replicate”.

Questa discussione può rappresentare il punto di partenza a cui altri elementi dell’azione e della progettualità dei partecipanti si collegheranno. Il seminario offrirà infatti strumenti utili a progettare sui temi della partecipazione e, in particolare, permetterà di approfondire la conoscenza delle azioni del nuovo Programma “Gioventù in Azione” utili a questo scopo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 febbraio 2007 - 992 letture

In questo articolo si parla di provincia di pesaro urbino