Ancona: divieto di accesso e stazionamento al passetto

30/11/-0001 -
Il Sindaco di Ancona Fabio Sturani ha firmato in data odierna un’ordinanza con cui si vieta l’accesso e lo stazionamento a qualsiasi titolo nel tratto di costa che va da 200 m. a sud dello scoglio del Trave fino al Molo nord del Cantiere navale con esclusione del tratto tra lo stabilimento ex AMNI in zona Passetto e la grotta n.65.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Come si ricorderà il Tar delle Marche aveva annullato le ordinanze sindacali del 2003 relative all’interdizione dell’accesso e dello stazionamento sulla spiaggia del Passetto, ritenendole carenti quanto a contigibilità e urgenza; tuttavia dai tecnici comunali e da studi di esperti in materia è emerso che il fenomeno franoso in questione non è “ di scorrimento lento e prevedibile”. La natura del terreno è infatti tale che a causa delle inclinazioni del pendio e delle caratteristiche litologiche e tettoniche i fenomeni che si manifestano sono di crollo improvviso e comportano la caduta di parti di dimensioni non predeterminabili. Queste cadute (anche di piccole parti) assumono velocità tali da non permettere l’allontanamento delle persone in tempo utile dalla battigia e rischiano di creare gravi danni e lesioni alle persone e alle cose. Data l’estensione del fenomeno, l’Amministrazione comunale –che ha già messo in sicurezza il tratto ex ANMI -grotta n. 65 per circa 600 metri e che sta procedendo con i lavori del II lotto, vale a dire il consolidamento della rupe sotto la piscina, per un tratto di circa 300 metri (che sarà in sicurezza in tempo utile per la stagione balenare) - non può con i mezzi ordinari sovrintendere al controllo ed alla sicurezza di tutte le persone che transitano e sostano sotto tale falesia: i crolli possono avvenire in qualsiasi ora del giorno e della notte e in parti diverse. Tali fenomeni, si sottolinea nell’ordinanza, non sono accertabili o circoscrivibili con i sopralluoghi periodici effettuati dai tecnici lungo la falesia e sono caratteristici del tratto compreso tra la spiaggia di Mezzavalle ed il Colle del Cardeto. A proposito di quest’ultimo è in atto uno studio dei tecnici comunali che condurrà per la fine dell’anno all’avvio di un primo lotto di lavori in un tratto compreso tra la grotta azzurra e il Duomo (sotto il parco del Cardeto, appunto). Gli accertamenti svolti confermano la progressiva alterazione della falesia a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici ed alle caratteristiche geomorfologiche del terreno: non possono essere oggetto di un monitoraggio strumentale in quanto, essendo improvvisi, non consentirebbero di attivare l’indispensabile periodo di allerta per permettere l’evacuazione delle persone. Ritenuto concreto e permanente il pericolo dei crolli in assenza di un efficace intervento di consolidamento è pertanto necessario emettere un provvedimento contigibile e urgente a tutela della sicurezza delle persone, vietando l’accesso e lo stazionamento nei tratti sottostanti le zone non ancora consolidate. La notifica dell’ordinanza è stata trasmessa anche agli utilizzatori delle grotte.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 febbraio 2007 - 2002 letture

In questo articolo si parla di comune di ancona