Fano: capolavoro servito per la bocciofila San Cristoforo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Un autentico trionfo. Si può benissimo riassumere così il ritorno del secondo turno del campionato italiano di società tra le squadre di categoria C di Marotta e San Cristoforo.

da bocciofila San Cristoforo


Il trionfo, perché è questo l’unico sostantivo da usare, è quello della società fanese che è riuscita nell’impresa di ribaltare il 6-2 maturato all’andata sulle corsie marottesi.

San Cristoforo praticamente perfetta tanto da far terminare l’incontro ancor prima di disputare tutte le partite in programma avendo acquisito anzitempo le sette vittorie necessarie e rendendo così ininfluente la disputa dell’ottavo set.

Innesto in formazione determinante per la società di via Castelfidardo quello dell’esperto Mario Tomassini capace di polverizzare il pur bravo Ferri con un 8-2 e un 8-4. Nessun problema nemmeno nelle due partite di terna dove un monumentale Pietro Guidi, supportato egregiamente da Antonio Bussaglia e Daniele Baldini, guidava i suoi alla vittoria contro Girolametti, Fenocchi e Zacchilli per 8-2 e 8-3.

Pareggiato così il conto dei set con l’andata, bastava poco a San Cristoforo per far perdere ogni speranza agli ospiti che dopo le sconfitte per 8-0 di Fenocchi contro Bussaglia e di 8-6 di Ferri-Girolametti contro Guidi-Baldini, mollavano la presa lasciando la strada spianata ai padroni di casa. Il punto dell’apoteosi veniva segnato ancora da Bussaglia che con un altro secco 8-1 liquidava lo spaesato Fenocchi rendendo inutile la conclusione del secondo set di coppia.

Ora per San Cristoforo Porto Verde si prospetta un derby contro i fanesi di Tecnodue La Combattente, in palio ce il passaggio alla fase regionale. Altri risultati: arriva da Torrette di Ancona un altro prestigioso risultato per i colori della San Cristoforo. Gianfranco Bartoccioni, eclettico giocatore di categoria C, ha conquistato il gradino più alto del podio nella gara regionale individuale organizzata dalla bocciofila Arti e Mestieri sbaragliando il campo con un gioco di altissimo livello.

Livello altissimo anche quello raggiunto da Luigi Pierleoni, arbitro da sempre legato alla San Cristoforo Fano, che dopo 55 anni dedicati alla sua grande passione per lo sport delle bocce è stato insignito dalla regione Marche della nomina ad “Arbitro Benemerito”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 gennaio 2007 - 928 letture

In questo articolo si parla di fano





logoEV