Al via nelle Marche il progetto Coop contro l'esclusione sociale

2' di lettura 30/11/-0001 -
Donne immigrate – soprattutto vittime di tratte clandestine – disabili, e ragazzi con disturbi alimentari. Sono tante le persone in difficoltà che, nelle Marche, hanno trovato sostegno grazie ai cinque progetti di solidarietà sociale finanziati nel 2006 da Coop Adriatica e dai suoi soci con il bando “C’entro anch’io”.

da Coop Adriatica


Il bando, che promuove e sostiene iniziative contro l’esclusione sociale, torna anche per il 2007: cooperative sociali e associazioni di volontariato hanno tempo fino al 26 febbraio per candidare iniziative innovative sul tema “Nessuno escluso”.

Le risorse disponibili, stanziate dal Consiglio di amministrazione di Coop Adriatica, ammontano come l’anno scorso a 140mila euro. A questa cifra potrebbero aggiungersi a partire da giugno le somme che i soci Coop decideranno di devolvere individualmente attraverso il ristorno sociale, cioè la restituzione di una quota della spesa fatta durante l’anno. In Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo potranno essere selezionati al massimo 34 progetti. Nelle Marche potranno esserne scelti fino a otto. Una prima valutazione delle iniziative proposte spetterà ai Consigli di zona dei soci Coop, mentre la selezione definitiva spetterà alla Commissione presieduta da Don Luigi Ciotti, fondatore e presidente del Gruppo Abele e di Libera.

Alla Commissione partecipano anche rappresentanti della Banca Popolare Etica – dalla quale i promotori dei progetti selezionati potranno ottenere fondi a tassi particolarmente convenienti – rappresentanti degli enti pubblici, di Coop Adriatica e di personalità qualificate del mondo del volontariato e dell’informazione a carattere sociale. Tutti i progetti selezionati saranno promossi e presentati ai soci e ai cittadini a partire da giugno nei punti vendita di Coop Adriatica.

Nel 2006 sono stati 34 i progetti selezionati per il “C’entro anch’io”, ottenendo un finanziamento complessivo di 285 mila euro, quasi 100 mila dei quali raccolti con il ristorno sociale. Ai cinque progetti selezionati nelle Marche sono stati destinati quasi 42 mila euro. “L’obiettivo di C’entro anch’io – dice Marco Gaiba, direttore delle Politiche sociali di Coop Adriatica – è di contrastare fenomeni di esclusione sociale che, purtroppo, sono sempre più diffusi nelle nostre città, sostenendo progetti innovativi e capaci di creare reti di solidarietà sul territorio, tra associazioni, cooperative sociali e istituzioni. Tramite il ristorno sociale, inoltre, si riportano sul territorio, sotto forma di solidarietà e mutuo aiuto, quanto speso dai soci alla Coop”.

Il bando e i termini di partecipazione potranno essere scaricati da internet dal sito www.e-coop.it, selezionando una provincia in cui Coop Adriatica è presente. Ulteriori informazioni possono essere richieste alla Direzione Politiche sociali (telefono: 051/6041132, dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 16 alle 17; e-mail: centroanchio@adriatica.coop.it).





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 26 gennaio 2007 - 1132 letture

In questo articolo si parla di coop adriatica





logoEV