San Benedetto: una mostra sul Fascismo e la Resistenza nel Piceno”

1' di lettura 30/11/-0001 -
È aperta, al pian terreno del Comune, la mostra “Fascismo e Resistenza nel Piceno”, con una sezione sul tema dell’internamento nel campo di Servigliano e delle deportazioni nella provincia di Ascoli Piceno.

dal Comune di San Benedetto del Tronto
www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it


L’esposizione è una delle iniziative programmate dall’assessorato alla Cultura per commemorare il 27 gennaio “Giornata della Memoria”, ricorrenza istituita dalla legge n. 211 del 20 luglio 2000, “in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”.

Si tratta di circa trenta pannelli, realizzati a cura della professoressa Maria Grazia Battistini dell’Istituto Statale d’Arte “O. Licini” di Ascoli in collaborazione con Costantino Di Sante, presidente dell’Istituto Provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche di Ascoli Piceno. Pannelli che documentano l’avvento del fascismo in Italia, la Resistenza, i “fatti” ad essa legati, a San Marco e altrove. Nella sala consiliare del Comune viene inoltre proiettato un filmato, realizzato dagli stessi autori dei pannelli, della durata di circa dieci minuti.

La mostra fu esposta la prima volta nel 2002, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, con il contributo della Provincia di Ascoli Piceno, in occasione del conferimento alla città di Ascoli della Medaglia d’Oro per attività partigiana.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 gennaio 2007 - 1709 letture

In questo articolo si parla di san benedetto del tronto





logoEV