Spacca commenta i risultati dei blitz del Nas negli ospedali

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca commenta il risultati delle ispezioni effettuate dal Nas anche negli ospedali marchigiani.

dalla Gian Mario Spacca
presidente Regione Marche


“Le ispezioni condotte dai NAS, su mandato del Ministro della Salute Livia Turco, confermano che le strutture sanitarie delle Marche sono di livello eccellente. Il presidente Gian Mario Spacca commenta così i risultati del lavoro dei NAS. “Vengono confermati i giudizi positivi già espressi in ambito nazionale da istituti deputati a questo tipo di valutazione.

Avevamo consapevolezza di essere posizionati al di sopra della media e alla testa del sistema, per qualità, nell’ambito del servizio sanitario nazionale. Stiamo lavorando al Piano socio-sanitario 2007-2009 per qualificare e migliorare ulteriormente le prestazioni e i servizi erogati.” “L’azione svolta dai NAS è molto importante e utile. Non solo per dare credibilità alle strutture e fornire fiducia alla cittadinanza, ma perché ci aiuta a individuare le irregolarità anche più piccole: un lavoro che ci mette nelle condizioni di intervenire in maniera equilibrata e autorevole.”

Infatti, non è stata riscontrata alcuna irregolarità da segnalare all’Autorità Giudiziaria, ma solo qualche inadeguatezza sul fronte della manutenzione degli edifici (incrostazioni, tracce di umidità…). Sono state visitate dai NAS 19 strutture ospedaliere. I NAS hanno redatto per ognuna di queste appositi verbali. In particolare, sempre i NAS e per la prima ondata di ispezioni, hanno presentato un bilancio complessivo, che è stato oggetto di una conferenza stampa presso il Ministero della Salute.

Dai dati forniti - pubblicati anche dalla Rivista “Agenzia Sanitaria Italiana” - risulta che dei 321 ospedali passati al setaccio, 81 sono le irregolarità segnalate all’Autorità giudiziaria e, nessuna interessa la nostra regione. Delle 19 strutture visitate, 11 riguardano controlli effettuati fino alla settimana scorsa e interessano le Aziende ospedaliere e altre strutture. In particolare: l’ospedale San Salvatore di Pesaro; quello regionale di Ancona; il Salesi; gli ospedali di Ascoli, San Benedetto, Fermo, Macerata, Civitanova Marche; Fabriano; Jesi; Novafeltria. Sono queste le strutture che sono state oggetto della riflessione complessiva da parte dei NAS e resa nota nella conferenza stampa citata.

Altre strutture sono state visitate successivamente. Di queste ci sono i verbali, che confermano il risultato positivo. A titolo ricognitivo, queste le strutture sanitarie controllate in questa settimana: Camerino; San Severino; Recanati; Loreto; Urbino; Chiaravalle; Osimo e INRCA.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 gennaio 2007 - 1192 letture

In questo articolo si parla di sanità, regione marche





logoEV