Gli austriaci riscoprono le Marche

2' di lettura 30/11/-0001 -
Anche il 2007 sarà caratterizzato da un considerevole aumento del turismo austriaco verso l’Italia.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Le incoraggianti prospettive sono emerse dai dati forniti dalla Delegazione Enit di Vienna e da alcuni tour operator dell’Austria, in occasione della “Ferien Messe” che si è svolta a Vienna dall’11 al 14 gennaio scorsi, dove la Regione Marche era presente, nell’ambito dell’area Enit-ITALIA con un proprio stand visitato da tantissime persone.

Particolarmente apprezzato il materiale promozionale regionale. Le mete più richieste riguardano località come San Benedetto del Tronto, Pesaro e Gabicce Mare, Ancona e la Riviera del Conero, Macerata e specifiche tipologie di offerta legate all’ambiente, alla cultura e all’enogastronomia.

Le Marche, quindi, continuano a destare particolare interesse per i turisti austriaci, mantenendo un posto di rilievo tra le località scelte come destinazione per trascorrere le vacanze. La meta classica resta il mare seguita dalle città d’arte, dal cicloturismo e dalle attività del tempo libero correlate alla scoperta delle bellezze ambientali dell’entroterra marchigiano, con particolare riferimento ai piccoli borghi ed ai prodotti enogastronomici.

Il mercato austriaco è fra i principali fruitori verso le Marche e dopo una lieve flessione verificatosi negli anni 2003/2004, caratterizzati da una generale crisi economica a livello europeo, le quote di mercato ora sono in netta crescita. In particolare sono aumentati i viaggi brevi in bassa stagione mentre le famiglie preferiscono il periodo estivo (luglio-agosto) tenendo conto delle vacanze scolastiche. Scelgono di alloggiare soprattutto in alberghi di qualità e, in ordine di preferenza , amano trascorrere le vacanze nei centri balneari, nelle città d’arte, nelle località montane o collinari.

“Nella scelta della vacanza estiva gli austriaci tengono in grande considerazione le iniziative di accoglienza che le località balneari attuano, quindi - evidenzia l’Assessore al Turismo e Vice-Presidente Luciano Agostini – negli incontri di commercializzazione è importante offrire agli operatori intermediari anche informazioni su eventi, manifestazioni e quant’altro si svolge sul territorio per meglio coinvolgere l’interesse del turista. C’è da tener conto che gli austriaci –aggiunge Agostini- privilegiano il pacchetto tutto compreso, con un’offerta di qualità ampia, flessibile alla prenotazione di soggiorni brevi, con forti sconti per prenotazioni fatte con largo anticipo, offerte speciali rivolte alle famiglie con bambini, esonero della tariffa per ombrelloni e sedie a sdraio”.

Moltissimo interesse anche per i programmi della stagione lirica dello Sferisterio di Macerata e del ROF di Pesaro che da sempre costituiscono per gli austriaci eventi di grande richiamo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 gennaio 2007 - 1083 letture

In questo articolo si parla di regione marche, turismo





logoEV