S. Benedetto: i Cantori della Pasquella per le vie cittadine

1' di lettura 30/11/-0001 -
Antiche tradizioni che si rinnovano per le due “pasquelle”, ovvero il 5 gennaio vigilia dell’Epifania, e la vigilia della festa di Sant’Antonio.

dal Comune di San Benedetto del Tronto
www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it


Una quindicina di elementi della Corale “Riviera delle Palme”, guidati come sempre da Fabrizio Urbanelli, hanno attraversato le vie cittadine, chiedendo doni nelle abitazioni, ma anche all’Utes, l’Università delle Terza Età.
Il gruppo, in versione “Cantori della Pasquella”, con abiti e strumenti tradizionali (Urbanelli al flauto, Sergio Capoferri organetto, Stefano Almone Lalli chitarra, oltre ai membri del coro, con tamburelli, triangoli o “sola” voce, tra cui “Lu vecchio’”, alias Sant’Antonio) hanno bussato anche a casa del Sindaco Giovanni Gaspari, eseguendo canti tipici del mondo agricolo, conclusi con l’immancabile “Nuttata de luna”, in dialetto sambenedettese.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 gennaio 2007 - 1356 letture

In questo articolo si parla di san benedetto del tronto