San Benedetto: tornano le Favole a merenda

2' di lettura 30/11/-0001 -
Dopo lo straordinario successo registrato nelle passate edizioni, ripartono a grande richiesta le tanto attese “Favole a merenda”, servizio educativo comunale che intrattiene con letture animate, seguite da gustose merende in tema, i bambini dai tre ai cinque anni di età (età scuola dell’infanzia) accompagnati dai genitori, presso lo spazio del Centro Famiglie comunale “L’albero”, in via Manzoni.

dal Comune di San Benedetto del Tronto
www.comune.san-benedetto-del-tronto.ap.it


Le puntate, si avvicenderanno ogni mercoledì (non più il martedì come nelle passate edizioni), a partire dalle ore 17,30, dal 10 gennaio al 23 maggio e verranno condotte dalle educatrici dei nidi comunali “La Mongolfiera” e “Il Giardino delle Meraviglie” con il coordinamento della stessa pedagogista dei nidi comunali.

La partecipazione a “Favole a merenda” è gratuita, la prenotazione obbligatoria e a numero chiuso. Per prenotarsi si potrà telefonare ai numeri degli uffici comunali in orario di ufficio fino al giorno antecedente la puntata (tel. 0735-794562 / 0735-794259), o direttamente presso lo spazio sito in via Manzoni, dalle ore 18,30 alle ore 19,00 nel giorno del mercoledì; oppure telefonando ai nidi (tel. 0735-659563; 0735-582057).

Il primo incontro si è svolto mercoledì 10 gennaio’07, con una puntata speciale dedicata all’Epifania, in cui ogni bambino ha ricevuto un originale regalo da parte della Befana, giunta “in carne ed ossa”, dopo la lettura ad alta voce della storia “La Befana vien di notte….”.
Settimanalmente verranno presentate letture di immagini e ad alta voce di favole e fiabe, alternate a teatrini di burattini, drammatizzazioni e laboratori espressivi anche con il coinvolgimento dei genitori presenti.

In realtà, “Favole a merenda” è ripartito sotto le festività natalizie (mercoledì 13 dicembre 2006) nella sua formula “itinerante” di uscite sul territorio: è approdato nel reparto di pediatria dell’Ospedale civile sambenedettese con una puntata straordinaria, intitolata “La favola di Babbo Natale…in pediatria”, espressamente dedicata ai bambini degenti ricoverati e ai genitori che li assistono.

"La finalità più autentica di “Favole a merenda” - afferma l’assessore alle Politiche della città solidale Loredana Emili che ha voluto l’iniziativa -è quella di riuscire a “regalare” attraverso l’animazione di un racconto un clima di compagnia, calore e affetto, nonché piacevole condivisione bambino-genitore; in questo caso, un particolare “gesto d’amore” rivolto ai più piccoli, costretti a stare lontano dalla famiglia durante le festività natalizie".





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 gennaio 2007 - 1673 letture

In questo articolo si parla di bambini, san benedetto del tronto





logoEV