Civitanova: lo Schiaccianoci in scena al teatro Rossini

30/11/-0001 -
Un Teatro Rossini di Civitanova Marche gremito attende con emozione Lo Schiaccianoci , il balletto classico di Petipa che maggiormente ammalia i bambini e incanta i grandi che sarà in scena domenica 14 gennaio nell’ambito della rassegna “Civitanova Danza tutto l’anno 2006/2007” promossa dal Comune di Civitanova Marche , dall’Azienda Speciale Teatri di Civitanova e dall’Amat.

da Amat


A danzare sulle note di Cajkovskij saranno gli eccellenti ballerini del Teatro Accademico di Stato del Balletto Classico di Mosca. Data la grandissima richiesta da parte del pubblico, gli organizzatori hanno ritenuto opportuno aggiungere una rappresentazione sempre nella stessa data: lo spettacolo sarà in scena alle ore 17 e alle ore 21.

Come tanti balletti tardoromantici anche questo ‘grand spectacle’ del 1892, con la musica gioiosa, divertente e a tratti umoristica, attinge all’inesauribile ricchezza delle fiabe. Ma qui la protagonista non è una principessa o una misteriosa creatura animale bensì una semplice bambina, Clara, che vive nel suo dorato mondo infantile, ben protetta dalle comodità borghesi. Questa condizione ovattata le consente di fantasticare: nel sonno Clara è turbata dalle prime emozioni sentimentali e parte con un principe meraviglioso non per il regno dell’amore, ma per quello degli zuccheri. Lo Schiaccianoci anticipa timidamente il balletto psicologico del Novecento e segna uno spartiacque: svanito il sogno di Clara, nel balletto le dolci fiabe dell’infanzia saranno definitivamente riposte in soffitta per lasciare il posto a racconti etici, sagra, drammi dell’umanità.

Il Teatro Accademico di Stato del Balletto Classico di Mosca venne fondato dal Ministero della Cultura dell’URSS nel 1966 con il nome di Balletto Classico di Mosca e la direzione artistica del celebre Igor Moiseev. L’intento era quello di poter disporre di una troupe mobile, destinata ad operare nel solo ambito delle tournée all'estero. Nel 1977 la direzione artistica viene affidata a Natalia Kasatkina e Vladimir Vasiliov, in passato étoiles del Teatro Bolscioj di Mosca e attualmente coreografi, autori di libretti di balletti ed opere, registi di film musicali, insigniti del Premio di Stato dell’URSS e del titolo di Artisti del Popolo dell’URSS.

Da quel momento, la loro presenza imprime alla compagnia una fisionomia nuova, uno stile particolare e finalità differenti da quelle che ne avevano determinato la costituzione: da un repertorio essenzialmente composto da estratti e frammenti di balletti famosi e miniature, il Teatro è passato ad assimilare le grandi forme della coreografia classica e a sviluppare una propria ricerca nell’ambito della coreografia contemporanea, fino a poter vantare un repertorio di oltre 24 titoli, che spaziano dai capolavori classici del XIX sec. al contemporaneo. Giustamente, in quelle classifiche non ufficiali dei teatri che i critici sono soliti proporre, la compagnia viene attualmente menzionata, insieme al Bolscioj di Mosca, al Mariinskij di San Pietroburgo e al Balletto del Cremlino, come una delle quattro più prestigiose compagnie tersicoree di Russia. In effetti, sono pochi i teatri che possono vantare un medagliere altrettanto ricco: soltanto negli ultimi anni, i solisti del Teatro hanno conquistato ben 15 medaglie d’oro nei più affermati concorsi internazionali e quattro Grand Prix dell’Accademia Nazionale di Danza di Parigi. La troupe, che può a ragione essere definita come una costellazione di stelle, ha effettuato tournée in oltre trenta paesi, in Europa, Asia e Americhe.

I pochissimi biglietti ancora disponibili si possono acquistare presso la biglietteria del Teatro Rossini (orario: 19-21) tel 0733 812936. I prezzi sono i seguenti: 1° settore euro 20,00, 2° settore euro 15,00 ridotto euro 12,00, 3° settore euro 10,00 ridotto euro 8,00.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 gennaio 2007 - 1310 letture

In questo articolo si parla di amat, civitanova marche