Macerata: un incontro all'ITG peril giorno della memoria

2' di lettura 30/11/-0001 -
Il primo giorno di scuola all’Istituto tecnico per geometri “Bramante” di Macerata è stato dedicato al ricordo dei Caduti nei campi di sterminio nazisti

dalla Provincia di Macerata


Il fiorentino Nedo Fiano, oggi ultraottantenne, davanti ad un’attenta platea di studenti, ha ricordato con estrema lucidità e tanta emozione la sua atroce esperienza di deportato nel lager di Auschwitz-Birkenau, da dove riuscì miracolosamente a scampare alla morte, ma dove lasciò per sempre i suoi familiari.

L’iniziativa dell’ITG maceratese ha ufficialmente aperto oggi il programma per la “Giornata della Memoria” che ogni anno la Provincia di Macerata promuove e coordina insieme all’Istituto storico della Resistenza e con la diretta partecipazione di Comuni, Scuole, Anpi ed altre associazioni.

Nell’auditorium della scuola, si è svolta oggi la conferenza stampa durante la quale il presidente del Consiglio provinciale, Silvano Ramadori, insieme all’assessore provinciale Giulio Pantanetti – intervenuto anche come presidente dell’ANPI - ha dato notizia del programma delle iniziative previste per celebrare quest’anno la “Giornata delle Memoria” istituita con Legge del Parlamento italiano a ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti. Oltre a Nedo Fiano erano presenti il preside della scuola ospitante, Renato Sopranzetti, il consigliere regionale Franco Capponi ed il vice sindaco di Macerata, Lorenzo Marconi, il quale ha annunciato l’iniziativa comunale di mettere a dimora presso la “Terrazza dei Popoli” 20 piante di rose bianche a ricordo del piccolo napoletano Sergio De Simone e di altri 19 bambini di tutte Europa seviziati ed uccisi dai nazisti nel 1944.

Il programma provinciale prevede per il 22 gennaio (ore 16,30) nella sala consiliare della Provincia la presentazione di “Itinerari della memoria”, un lavoro multimediale realizzato dagli studenti dell’Istituto tecnico agrario “Garibaldi” di Macerata. Lo stesso giorno, sempre a Macerata, nei locali dell’ex farmacia, in Piazza della Libertà, sarà inaugurata la mostra “La persecuzione degli ebrei in Italia: 1928-1945” che potrà essere visitata fino al 27 gennaio. Poi sarà trasferita a Tolentino (29 gennaio – 4 febbraio) e a San Severino Marche (6-11 febbraio). Il 27 gennaio, “Giorno della Memoria”, alle 10.30 nell’aula magna dell’ITC “Gentili” di Macerata (via Cioci) sarà presentato il CD didattico su “I campi di internamento in provincia di Macerata”, frutto delle ricerche documentarie e storiche di Federico Albertini, vincitore di un’apposita borsa di studio bandita quattro anni fa dalla Provincia di Macerata.

Infine, dal 25 gennaio all’8 febbraio, è previsto un ciclo di lezioni tenute a Macerata, Tolemtino e San Severino da Claudio Gaetani sul tema “Cinema e Shoah.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 gennaio 2007 - 1245 letture

In questo articolo si parla di provincia di macerata