Macerata: cooperazione internazionale, realizzata dalla provincia una guida

3' di lettura 30/11/-0001 -
Una guida per facilitare e moltiplicare le iniziative di tanti cittadini a favore delle popolazioni più povere del mondo. E’ questo uno degli scopi alla base della realizzazione della prima “Guida al sostegno a distanza nella provincia di Macerata” edita dall’Amministrazione provinciale e presentata in una conferenza stampa.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


La Provincia di Macerata è da anni fortemente impegnata in diversi progetti di cooperazione internazionale e tra questi ha sostenuto, unitamente ad altre istituzioni, la costituzione di un coordinamento degli enti locali per il sostegno a distanza (Elsad) che ha l' obiettivo di raccordare, promuovere e favorire uno scambio di esperienze tra le organizzazioni che operano in favore dei paesi del terzo mondo.

La Guida (20 pagine ampiamente illustrate) presenta le associazioni impegnate in questo settore che operano sul territorio della provincia di Macerata. Di ciascuna sono forniti i dati essenziali, i recapiti e vengono descritte le principali attività e campi d’intervento. Sono nove, tutte onlus e no-profit, ed operano a sostegno dello sviluppo delle aree più disagiate del mondo: Azione per famiglie nuove, Amici del Brasile, Condividere, Associazione regionale di solidarietà con il popolo Saharawi Rio de Oro, Avsi, Gruppo umana solidarieta (Gus), Missioni estere dei Cappuccini, Sermirr di Recanati e Sermit di Tolentino.

Alla presentazione sono intervenuti i rappresentanti della varie associazioni, che hanno ringraziato la Provincia per l’iniziativa presa e per l’impegno dimostrato. L’assessore provinciale ai Diritti dei bambini, Clara Maccari, ha espresso il compiacimento per la collaborazione che si è instaurata ed ha sottolineato come la guida – ora opportunamente distribuita – possa da una lato favorire la conoscenza tra i cittadini delle varie associazioni e nello stesso tempo far crescere la solidarietà, ma nello stesso tempo consentire una maggiore vicinanza e collaborazione tra le stesse associazioni per realizzare progetti di aiuti sempre più incisivi.

Era presente anche padre Alberto Panichella, un missionario saveriano originario di Villa Potenza di Macerata, il quale opera da molti anni in brasile a favore dell’infanzia disagiata. Nell’occasione, l’assessore Maccari ha lanciato la proposta per il 2008 di dare attuazione ad un progetto diretto di adozione a distanza di bambini o di un’intera comunità attraverso lo stanziamento di fondi da parte della Provincia, dei Comuni e di altre istituzioni pubbliche locali.

Questo perché “l’adozione a distanza – come hanno scritto nella presentazione della Guida il presidente Giulio Silenzi e la stessa assessore Maccari – è uno strumento per rispondere ai bisogni più urgenti di un bambino dei paesi poveri del mondo, per costruire il suo futuro e quello della sua famiglia, continuando a farlo vivere secondo la tradizione e la cultura locale”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 gennaio 2007 - 924 letture

In questo articolo si parla di macerata





logoEV