Ancona: l'ambasciatore Pigliapoco in visita a palazzo del Popolo

30/11/-0001 -
“Un amico, figlio di questa città, sarà il nuovo ambasciatore d’Italia a Praga. Siamo onorati che Ancona possa esprimere un rappresentante di questo livello in una parte dell’Europa che va consolidata e allargata”.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Così il sindaco Fabio Sturani ha salutato questa mattina l’ambasciatore Fabio Pigliapoco, in visita a Palazzo del Popolo prima di assumere ufficialmente, il 15 gennaio, il suo nuovo impegno nella Repubblica Ceca. Cordiale e amichevole il clima dell’incontro, nel corso del quale Pigliapoco ha sottolineato il proficuo rapporto di collaborazione sviluppatosi negli anni con l’Amministrazione comunale anconetana, prima con Renato Galeazzi e poi con il sindaco Sturani, al quale – ha sottolineato – sono legato da anche da una personale amicizia.

Con particolare orgoglio nei confronti della sua città natale, poi, Pigliapoco ha ricordato la sottoscrizione della Carta di Ancona, avvenuta nel maggio del 2000, e il rapporto stretto esistente tra il capoluogo dorico e molti comuni al di là dell’Adriatico. “Una presenza importante – ha detto – che ho potuto apprezzare nel periodo trascorso a capo dell’ambasciata d’Italia in Croazia, quando, visitando la costa dalmata, ho trovato il gonfalone di Ancona nella stanza di ogni sindaco, a testimonianza dell’importante ruolo di coordinamento e di scambio che Ancona riveste nella regione adriatica”.

Fabio Pigliapoco torna a Praga dopo 25 anni (aveva infatti già lavorato in Cecoslovacchia nel periodo della guerra fredda), dopo aver ricoperto prestigiosi incarichi a Washington, a Londra e, appunto, a Zagabria. “Quella di oggi – ha commentato – è una visita doverosa, per ripetere, anche in questa sede istituzionale, la mia volontà di sviluppare i rapporti economici e commerciali tra Ancona e la repubblica Ceca. E’ mia intenzione, nei prossimi mesi, preparare il terreno in questo senso. Con la mia città e la mia regione il contatto resterà fortissimo”. “La presenza del nostro ambasciatore a Praga è anche il frutto di un lavoro di proiezione esterna di Ancona e delle Marche” ha detto il sindaco Sturani, ricordando in particolare il ruolo del Forum delle città dell’Adriatico e il progetto della Regione Euroadriatica, per il quale condividiamo con la Regione Marche l’obiettivo di poter fissare la sede del segretariato generale ad Ancona”. “Ringraziamo l’ambasciatore – ha concluso - anche per la collaborazione all’affermazione e alla riuscita di questi progetti”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 dicembre 2006 - 1134 letture

In questo articolo si parla di ancona