Referendum in Valmarecchia: vincono i "secessionisti"

30/11/-0001 -
Con una percentuale schiacciante, pari all' 83,91%, i cittadini di sette comuni marchigiani hanno scelto l'annessione all'Emilia Romagna. Si tratta di sette paesi dell' Alta Valmarecchia: Novafeltria, Pennabilli, Casteldelci, San Leo, Sant' Agata Feltria, Talamello e Maiolo, della Provincia di Pesaro Urbino.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Inequivocabile il segnale venuto dalle urne, rimaste aperte ieri e oggi. E' andato a votare il 67,51% dei 16.410 elettori aventi diritto.

“Prendiamo atto della volontà delle popolazioni dei sette Comuni che sono andati alle urne e che hanno espresso chiaramente i loro intendimenti".

Così ha commnetato il presidente della Regione Gian Mario Spacca. "Un risultato in linea con le previsioni della vigilia, perché riflette lo spirito di una realtà territoriale di confine, che da sempre gravita e si alimenta nella tradizione culturale della Romagna, rafforzatasi ulteriormente dopo la recente istituzione della Provincia di Rimini. Non lo consideriamo, quindi, un risultato a favore o contro la Regione, ma la semplice conseguenza di un sentimento storico che è stato troppo a lungo sottovalutato.

Ora analizzeremo, insieme alla Regione Emilia Romagna, le conseguenze di questo pronunciamento, che dovrà essere oggetto di valutazione ulteriore da parte del Parlamento.

Ribadisco che non può essere un giudizio sul governo del territorio, visto che i dati pubblicati, oggi, dal il Sole 24Ore vedono tutte le province marchigiane migliorare le loro posizioni in termini di qualità della vita. La stessa provincia di Pesaro e Urbino sale, nella graduatoria italiana, di ben 10 posizioni”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 dicembre 2006 - 1616 letture

In questo articolo si parla di referendum, regione