Ancona: un libro al profumo di tè

2' di lettura 30/11/-0001 -
Prende il via giovedì 14 dicembre la nuova edizione della rassegna “Un libro al profumo di tè” che è ormai divenuto appuntamento tradizionale per i cittadini anconetani.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


L’assessorato alla Cultura e il gruppo “Aleph Zero” hanno dato un tocco gradevole ed informale alla rassegna promuovendo appuntamenti cadenzati, che si concluderanno il 10 maggio, e che permetteranno ai partecipanti di ascoltare le letture di interessanti libri da parte di appassionati ed esperti di narrativa e letteratura accompagnandovi una degustazione di tè e pasticcini come da consueto stile British. Anche per questo gli appuntamenti sono tutti fissati per il giovedì pomeriggio “inevitabilmente” alle ore 17.

Una lettura leggera che da tre anni si svolge presso Palazzo Camerata con l’intenzione di condividere con gli altri il piacere della lettura raccontando e in parte leggendo un romanzo o un racconto non necessariamente noto al vasto pubblico. L’iniziativa rientra nell’ambito di una serie di attività proposte dall’assessorato per la promozione della lettura e della cultura del libro.

“In una atmosfera informale e raccolta- è il commento dell’assessore alla Cultura Pierluigi Fontana, relatore del primo incontro, giovedì prossimo- Un libro al profumo di tè offre l’opportunità di attingere dalla letteratura e dalla narrativa suggestioni e stimoli da trasferire nella vita di tutti i giorni, ampliandone gli orizzonti, rendendola certamente più ricca e completa ”. Quest’anno l’Assessorato alla Cultura e il gruppo Aleph Zero hanno cercato di coinvolgere nell’iniziativa altre associazioni culturali costituite soprattutto da giovani per divulgare al massimo il piacere del leggere, che è poi l’elemento costitutivo dell’Aleph Zero, nato sette anni fa da un gruppo di otto donne appassionate di libri.

Questo il programma dell’edizione 2007:
14 dicembre, Pierluigi Fontana legge E.Rea in “L’ultima lezione”
11 gennaio, Annamaria Vici : V.S.Prichett – “Amore cieco”, L.Pirandello – “Una voce”.
25 gennaio, Valeria Pavani: K.Hosseini – “Il cacciatore di aquiloni”.
8 febbraio, Valerio Cuccaroni: P.Volponi – “Le mosche del capitale”
22 febbraio, Annamaria Ciuffo: I.Andric – “Il ponte sulla Drina”
8 marzo, Oliva Sori: G.Boatti – “Preferirei di no”.
22 marzo, Luigi Socci: Art Spiegelman – “Maus”.
12 aprile, Teresa Rigetti: R.Gary – “La promessa dell’alba”.
26 aprile, Vania Viola: “Un Nobel della letteratura: Orhan Pamuk”.
10 maggio, Erika Fuà: H.Matar – “Nessuno al mondo”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2006 - 1203 letture

In questo articolo si parla di ancona