Ancona: premio Artemisia 2006

30/11/-0001 -
Presso l’Atelier dell’Arco Amoroso, in piazza del Plebiscito verrà inaugurata giovedì 7 dicembre alle ore 17 l’esposizione delle opere che hanno partecipato al Premio nazionale Artemisia 2006.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


L’esposizione –che sarà aperta fino al 17 dicembre con orario 10 - 12,30 e 17 - 19.30 tutti i giorni, festivi compresi- sarà preceduta alle ore 11 presso la Sala consiliare del Comune dalla premiazione dei vincitori, alla presenza delle Autorità.
Da una recente indagine effettuata sulla base di una ricerca documentata ed approfondita risulta che solo in Italia vengono attivati annualmente circa 250 tra Premi o Concorsi nel settore delle arti visive, più o meno qualificati e dei più svariati generi e caratteristiche. In questo quadro diventa superfluo se non addirittura inutile pensare di organizzare l’ennesimo Premio di Pittura se non ci si pone nella prospettiva di attivare un corretto confronto con la proposta artistica dando a questa una qualche valenza storicistica e storiografica che converga su alcuni aspetti delle esigenze espressive della pratica della pittura contemporanea, con un atteggiamento critico che tenga conto di alcune e ben determinate prerogative di ordine quantomeno storico oltreché metodologico.

E’ in questo senso che nasce l’idea di presentare e dare vita al PREMIO ARTEMISIA Rassegna nazionale di pittura figurativa contemporanea, progetto a lungo meditato e conservato nel tempo dagli organizzatori, finalizzato alla ricerca ed alla promozione della pittura figurativa contemporanea in Italia, affinché si possano individuare artisti e giovani con spiccate qualità tecniche e poetiche nel campo della pratica della pittura ed offrire l’occasione di presentarsi in una rassegna di risonanza nazionale. Il PREMIO ARTEMISIA risponde dunque all’esigenza di attivare un corretto confronto e tentare di dare indicazioni ragionevoli, nell’ambito della ricerca espressiva nell’arte contemporanea per la pratica della pittura, anche nel solco di un percorso di tradizione della cultura artistica italiana che passa anche per l’organizzazione di Premi e di Rassegne di Pittura di alto livello che hanno lasciato traccia nella storia dell’arte del Novecento, richiamandosi a quelle esperienze più valide come il Premio Bergamo o il Premio Marche, quest’ultimo presentato per decenni proprio ad Ancona.

Il PREMIO ARTEMISIA è stato organizzato sotto la forma di concorso, diviso in 2 sezioni, una delle quali senza limite di età, l’altra rivolta ai giovani artisti (fino a 35 anni). A disposizione un ammontare complessivo del Premio di € 14.000,00 suddivisi in € 5.000 per il vincitore della sezione A, PREMIO ARTEMISIA; € 3.000 per quello della sezione B, PREMIO ARTEMISIA GIOVANI e altri otto premi speciali di € 750 ciascuno. La manifestazione si conclude con la mostra dei 40 artisti finalisti e premiati presso l’Atelier dell’Arco Amoroso di Ancona dal 7 al 17 dicembre 2006 e con la pubblicazione di un catalogo che vuole essere uno strumento di presentazione e di diffusione dei valori della pittura figurativa contemporanea, una fonte di studio di valore scientifico ed interesse culturale di notevole rilievo.

La Commissione Giudicatrice del PREMIO era composta da autorevoli esponenti del mondo accademico, artisti, storici e critici: Giancarlo Bassotti, giornalista e critico d’arte; Paolo Benvenuti, artista, docente all’Accademia di Macerata; Pierluigi Buglioni, artista, docente all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano; Roberto Cresti, storico dell’arte, docente all’Accademia di Belle Arti e all’Università di Macerata; Silvia Cuppini, storica dell’arte, docente all’Università di Urbino; Giuliana Gaggiotti, presidente dell’Associazione Artemisia e direttrice della Galleria Artemisia Arte Contemporanea di Falconara M. (An); Valerio Rivosecchi, storico dell’arte, docente all’Accademia di Belle Arti di Napoli; Stefano Tonti, artista e storico, docente di Pedagogia e didattica dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Firenze. La qualità tecnica, la ricerca pittorica, l’innovazione e la contemporaneità della poetica e dell’interpretazione della figurazione sono stati i criteri fondamentali della selezione in ordine ai lavori della Commissione.

Tra i circa 300 partecipanti sono stati premiati Angela Keller (Caslino, Cuneo) per la sezione A e Mattia Montemezzani (Lodi) per la sezione B, con protagonisti di questa I Edizione del PREMIO anche molti giovani, che si affacciano all’esperienza artistica della pittura con entusiasmo e con evidente sensibilità.

La mostra e il catalogo sono a cura a cura del prof. Stefano Tonti, con testi di Giancarlo Bassotti e Silvia Cuppini





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 dicembre 2006 - 937 letture

In questo articolo si parla di ancona