Macerata: approvato il progetto per il risanamento del Fiastra

2' di lettura 30/11/-0001 -
La Giunta provinciale di Macerata ha approvato il progetto definitivo per la manutenzione idraulica e il risanamento ambientale del torrente Fiastra in due tratti dell’asta fluviale del Chienti che ricadono in maggior parte nel territorio comunale di Urbisaglia.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


Per l’intervento, seguito dall’assessore al Servizio idrico, Luigi Carlocchia, e dagli uffici provinciali del Genio civile, sono stati stanziati circa 356 mila euro. La zona interessata è esclusivamente di proprietà demaniale e una parte del torrente in cui saranno eseguiti i lavori attraversa la riserva naturale della Fondazione Giustiniani Bandini. L’intervento si è reso necessario perché l’alveo si presenta ostruito da vegetazione cespugliosa, nonché da detriti di origine alluvionale e in alcuni punti è minacciato da forti erosioni.

La prima area presa in considerazione si trova a monte del ponte “Fiastra 2”: qui verrà posta una scogliera sulla sponda sinistra per difendere la scarpata e riportare il corso dell’acqua al centro dell’alveo, mentre dall’altro lato del torrente sarà collocata una “barriera” di protezione utilizzando tecniche di ingegneria naturalistica con pali in legno (abete, pino o larice). La seconda area d’intervento, invece, si trova nei pressi del laghetto dell’Abbadia di Fiastra. In questo caso i lavori serviranno a proteggere da un’accentuata erosione il tratto attivo del fiume con l’inserimento di palizzate in legno, grandi massi e terra.

“Per quanto riguarda l’impatto visivo – spiega l’assessore provinciale Carlocchia – gli scogli si mimetizzeranno in breve tempo grazie a muschi e licheni. Inoltre è stata prevista nel progetto la posa in opera di talee verdi, da radicare nel terreno di riporto. Queste essenze vegetali copriranno completamente le opere di riporto”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 novembre 2006 - 1061 letture

In questo articolo si parla di macerata





logoEV