Ancona: avanti con la costituzione del partito democratico

30/11/-0001 -
Aderisco con convinzione ed entusiasmo alla iniziativa che si svolgerà domenica prossima 19 novembre presso l’Auditorium della Fiera delle Pesca di Ancona per contribuire, anche nelle Marche, alla nascita del partito Democratico voluto dalla stragrande maggioranza degli elettori dell’Ulivo e del centrosinistra.

da Giuseppe Frisoli
Pres. Consiglio Comunale Ancona


Finalmente anche nella nostra regione un passo avanti concreto per aprire una nuova stagione politica che coinvolga i tanti cittadini che desiderano confrontarsi da protagonisti sulle scelte necessarie a modernizzare il nostro Paese a partire dai bisogni delle nostre città. Una iniziativa utile anche per aiutare la maturazione di questa scelta nei diversi partiti interessati chiamando a racconta quanti nei diversi partiti sono convinti della necessità di realizzare questo progetto.

Il 3 luglio commentando i risultati elettorali della città di Ancona scrivevo sulla stampa locale: “I tempi sono maturi anche per aprire in città un “cantiere politico” per la nascita di un vero e proprio soggetto politico, democratico e riformista. Un “cantiere arcobaleno” in cui ognuno, sotto la bandiera dell’Ulivo, possa indossare il casco del colore che preferisce, capace di coinvolgere quanti -singoli cittadini, partiti, associazioni e movimenti- vogliano dare il proprio contributo di idee, proposte e passione, alla realizzazione di questo progetto comune, a partire dagli oltre mille candidati che si sono impegnati per ottenere questa vittoria.

Perché è necessario il contributo di ognuno per realizzare, senza ulteriori indugi, l’unità delle forze politiche riformiste di questo paese, facendo contare i cittadini -il popolo delle primarie- non solo per selezionare il gruppo dirigente, ma soprattutto per partecipare, attivamente e dal basso, alla definizione di obiettivi, proposte, strategie, rendendo ognuno protagonista, con i propri valori, la propria storia, i propri ideali.

Ora si deve andare avanti formando nel nuovo consiglio comunale un gruppo unico, l’Ulivo, in cui si ritrovino tutti i partiti che fin dall’inizio hanno dato vita a questo progetto: Democratici di Sinistra, Margherita, Repubblicani europei, Socialisti democratici Italiani e Verdi. Un gruppo ampio ma aperto ad altre adesioni e capace di collaborare lealmente con le altre componenti della coalizione per la realizzazione del programma. L’iniziativa di domenica prossima raccoglie l’invito ad aprire il cantiere del Partito democratico nella società, è tempo di muoversi anche nelle istituzioni.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 novembre 2006 - 1053 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona