Sassoferrato: il cacciatore ferito migliora, revocata la licenza al collega

30/11/-0001 -
Migliorano, seppur lentamente, le condizioni di Mario Barbaresi, il cacciatore 50enne di Sassoferrato, ferito da un colpo di fucile partito dalla carabina di Tiziano Govagnoli, anche lui di Sassoferrato, che stava compiendo una battuta di caccia al cinghiale domenica scorsa.



I medici dell'ospedale di Torrette, dove Barbaresi è stato trasportato in eliambulanza, hanno sciolto la prognosi dichiarando l'uomo fuori pericolo. Fortunatamente il proiettile, sparato accidentalmente dal compaesano, ha trapassato, da parte a parte, Barbaresi sfiorandogli il rene ma senza compromettere nessun organo vitale.

Nei prossimi giorni Barbaresi sarà dimesso mentre il questore di Ancona Giorgio Iacobone ha deciso la sospensione della licenza di caccia per un anno nei confroti di Tiziano Giovagnoli.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 16 novembre 2006 - 1450 letture

In questo articolo si parla di cronaca, penelope pitti, redazione