La Provincia di Macerata investe...sulle persone

30/11/-0001 -
“Investing in people” (“Investire sulle persone”), il progetto promosso dalla Provincia di Macerata, nel quadro della seconda fase del Programma comunitario “Equal”, viene presentato venerdì prossimo – 10 novembre – nella sala conferenze di Borgo Lanciano, a Castelraimondo.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


“Il progetto – spiega Carla Monachesi, assessore provinciale alle Politiche attive del lavoro – ha lo scopo di favorire la permanenza nel mercato occupazionale di persone che hanno superato i 45 anni o che sono diversamente abili, valorizzando le loro competenze”. Per approfondire i vari aspetti dell’iniziativa parteciperanno al convegno i rappresentanti del partner europeo di riferimento – un Centro di coordinamento olandese il cui acronimo è “Cedris-Ecabo” –, delle aziende maceratesi impegnate nell’iniziativa, delle associazioni provinciali di categoria, dei sindacati e delle istituzioni locali.

Interverranno alle ore 9.30, dopo i saluti introduttivi dell’assessore Carla Monachesi, i relatori Carla De Paepe per il partner olandese, Elisabetta Perulli per l’Istituto “Isfol” e l’assessore al Lavoro, Ugo Ascoli, per la Regione Marche.

L’obiettivo dell’incontro è duplice: presentare le azioni legate all’Equal 2 e capire, attraverso il confronto con il partner olandese (che ha già una buona esperienza in questo campo), qual è innanzi tutto il processo per il riconoscimento delle competenze “preacquisite”, cioè quelle competenze che fanno parte del “bagaglio” personale del lavoratore e non sono certificate da attestati, diplomi, corsi e così via. “La fase sperimentale nel territorio maceratese si rivolge a chi è già impiegato nelle aziende partecipanti al progetto – spiega l’assessore Monachesi – e si basa su un modello di certificazione delle competenze dei lavoratori sviluppato dal Centro olandese che si occupa dell’integrazione lavorativa di categorie svantaggiate. Poi, in una seconda fase, l’obiettivo sarà quello dell’inserimento in azienda di chi invece non lavora”.

Le attività sperimentali, quindi, sono rivolte ad alcune aziende partner come la Lube di Treia, la Fileni di Cingoli e la Falc di Civitanova Marche, ma successivamente verranno coinvolte tutte le imprese maceratesi interessate alla valorizzazione delle risorse umane in relazione ai fabbisogni aziendali. “Il gestire le persone in modo ottimale permette di raggiungere meglio gli obiettivi – continua l’assessore – e il progetto ‘Investing in people’ propone appunto un modello di gestione delle risorse umane che abbia piena coscienza della struttura organizzativa, che conosca le persone operanti nell’organizzazione, che sappia posizionare la persona giusta al posto giusto, che sia in grado di adattarsi ai cambiamenti, che strutturi gli apprendimenti”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 novembre 2006 - 894 letture

In questo articolo si parla di provincia di macerata