Civitanova: in appalto l'ultimo tratto di pista ciclabile

30/11/-0001 -
E’ alle battute finali l’iter per il completamento della pista ciclopedonale. Il 10 novembre scadono infatti i termini per la presentazione delle offerte relative al terzo stralcio dell’intervento.

dal Comune di Civitanova Marche
www.comune.civitanova.mc.it


La ditta aggiudicataria avrà quattro mesi di tempo per ultimare i lavori, che dovranno iniziare entro 5 giorni dall’affidamento dell’appalto, pena la rescissione del contratto.

Il progetto, redatto dall’architetto Bruno Valeriani, riguarda la realizzazione dell’ultimo tratto della ciclopedonale, che partirà da via Fonte Sant’Angelo per arrivare a via XXIV maggio, nei pressi dell’Itc “Corridoni”. Il nuovo percorso prolungherà di 650 metri l’attuale pista, che costeggiando il torrente Castellaro si estende per tre chilometri e mezzo dal vecchio lavatoio di via Civitanova alla “limonaia” del conte Conti.

L’intervento, il cui costo è di 750 mila euro, prevede un percorso asfaltato largo cinque metri affiancato da un camminamento laterale in battuto di ghiaia. Come già avvenuto per le prime due tranche dell’opera, la pista sarà arricchita da giochi, attrezzature ginniche e verde. L’impianto di illuminazione, le balaustre di legno che delimitano il percorso e tutti gli altri elementi dell’arredo avranno le stesse caratteristiche di quelli utilizzati per gli altri interventi. Il progetto prevede inoltre, limitatamente al primo tratto del percorso, la separazione tra la corsia pedonale, che sarà realizzata a valle, e quella ciclabile, che sorgerà più a monte. Una scelta che consentirà di “ottimizzare l’utilizzo delle proprietà private in funzione dell’esistente viabilità pubblica e delle relative piante presenti”, come si legge nella relazione del progettista.

Al capolinea del percorso, nei pressi di fonte San Pietro, è prevista la realizzazione di un parcheggio dove verranno ricavati una quindicina di posti auto. “Con il completamento della pista – dice l’assessore alla Delegazione, Ermanno Carassai – il parco del Castellaro di cui si parla da anni diviene realtà. L’opera – aggiunge – consente di valorizzare uno spazio che è diventato un polmone verde all’interno della città e al tempo stesso di collegare il alla Città Alta”.

“E’ intenzione dell’Amministrazione comunale – fa sapere lo stesso Carassai – completare l’opera attraverso l’acquisizione di un immobile privato nei pressi di fonte Sant’Angelo. L’edificio potrebbe essere adibito a struttura ricettiva e affiancato da un parco pubblico di quattro ettari. Un progetto – conclude – per il quale l’ufficio tecnico comunale sta ultimando lo studio di fattibilità economica”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 novembre 2006 - 1238 letture

In questo articolo si parla di civitanova marche