Civitanova Marche: ultimi giorni per visitare la mostra su Picasso

3' di lettura 30/11/-0001 -
Ultimi giorni per visitare a Civitanova Marche la mostra Omaggio a Picasso .

da CivitanoVarte


Fino al 31 ottobre sarà infatti allestita negli spazi della Pinacoteca comunale Moretti e dell’ex Chiesa di Sant’Agostino l’esposizione dedicata al grande artista spagnolo e organizzata dal Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda Speciale Teatri di Civitanova, dalla Pinacoteca Comunale Marco Moretti, dalla Regione Marche, dalla Provincia di Macerata e dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata in collaborazione con la Fondazione Mazzotta di Milano e il contributo di Cesare Paciotti, sponsor unico.

La mostra - posta sotto il Patrocinio del Senato della Repubblica e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – oltre alla grande partecipazione da parte dei visitatori, più di quattordicimila presenze , è stata anche al centro dell’attenzione della critica nazionale specializzata attestandosi come uno dei maggiori avvenimenti d’arte in Italia dell’estate appena trascorsa sia per la scelta che per l´abbondanza delle opere, prestate da istituzioni pubbliche e soprattutto da generosi collezionisti privati. Tra le quasi 80 opere di Picasso esposte nella Pinacoteca Marco Moretti spiccano parecchi "pezzi unici" dipinti su tela o su terracotta, disegnati a matita o a pastello su carta, scolpiti in bronzo.

A questi si aggiungono numerose incisioni che comprendono tra l´altro "Il pasto frugale" del 1904, cinque "Saltimbanchi" del 1905, una dozzina di tavole del "Tricorne" (1920), le serie complete di "Le cocu magnifique" (12 tavole), "Sables mouvants" (10) e "Célestine" (12), oltre ad alcune litografie e linoleografie. Nell´attigua Chiesa di Sant´Agostino saranno invece esposte altrettante opere dedicate da grandi artisti internazionali a Picasso subito dopo la sua morte: tra questi Miró, Masson, Bellmer, Matta, Lam, Dalí, Moore, Hartung, Nevelson, Tàpies, Kolár, Warhol, Lichtenstein, Oldenburg, Rauschenberg, Rosenquist, Rivers, Stella, Indiana, Jones, Tilson, Hamilton, Hockney, De Maria, Vasarely, Guttuso, Baj, Pistoletto, Beuys, Christo ecc., e infine, più recentemente, il Gruppo Cracking Art.

L’eccezionale carriera artistica di Pablo Picasso (Malaga 1888 - Mougins 1973) si può dividere grosso modo in due parti: prima e dopo il 1930. Prima di tale data egli crea e sviluppa uno stile dopo l´altro, talora cambiando bruscamente direzione di marcia: così avviene nei celeberrimi periodi blu e rosa dei primi anni del Novecento, caratterizzati da un malinconico simbolismo postimpressionista, seguiti verso il 1907-10 da un deciso mutamento di orizzonte che dà vita alla innovativa produzione cubista, in cui spiccano le Demoiselles d´Avignon che segnano una vera e propria rivoluzione nella storia dell´arte. Dopo il 1930 sembra invece che l´artista non sappia o non voglia più inventare uno stile radicalmente nuovo, come quelli precedenti, e che quindi si dia a ripercorrerli tutti circolarmente con una ibridazione incessante tra una serie e l´altra. E così il grande maestro spagnolo proseguirà, dando vita a capolavori straordinari come “Guernica”, fino agli ultimi anni della sua vita.

Il catalogo della mostra è curato da Renato Barilli per le Edizioni Gabriele Mazzotta , l’allestimento è realizzato dagli architetti Roberto Bua e Giovanna Mazzoli. Orario mostra : dalle ore 17 alle 20. Chiuso lunedì. Ingresso: intero 3,00 euro; ridotto 2,00 euro. Per informazioni: tel 0733/891019.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 ottobre 2006 - 1136 letture

In questo articolo si parla di mostra, civitanova marche