Valmarecchia: la questione finisce in conferenza delle regioni

30/11/-0001 -
La Conferenza dei presidenti delle Regioni ha esaminato, su richiesta del presidente Gian Mario Spacca, anche la questione relativa alla richiesta di alcuni territori di staccarsi dalle proprie regioni per aderire ad altre limitrofe.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Un problema che si sta ponendo in diverse realtà territoriali e che riguarda anche le Marche, con la richiesta di alcuni Comuni della Valmarecchia di passare all’Emilia-Romagna, con un referendum già indetto per 17 dicembre 2006.

Sulla questione il presidente Spacca ha sottolineato che il procedimento per il distacco e l’aggregazione è definito dalla Costituzione e giustificabile in misura di eredità storiche, radicate tradizioni e fortissime motivazioni. E non può essere ispirato da logiche differenti, come sta avvenendo, ad esempio, nelle arre adiacenti le Regioni a statuto speciale, dove tali richieste sono motivate da logiche contrattualistiche e di opportunità finanziaria.

In proposito sono intervenuti vari rappresentanti delle Regioni, concordando con Spacca sulla necessità di assumere una posizione della Conferenza delle Regioni italiane su un argomento così delicato, che rischia di creare incertezze nell’attività istituzionale di enti definiti territorialmente, in sede costituzionale, ormai sessanta anni fa.

Al termine dl dibattito è intervenuto il presidente della Conferenza Vasco Errani, che ha concordato con gli intervenuti e ha prospettato l’opportunità di chiedere, al più presto, un incontro con il ministro degli Interni Giuliano Amato per conoscere gli intendimenti del governo su questo argomento.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 ottobre 2006 - 1002 letture

In questo articolo si parla di regione