Fano: terza corsia dell'A14 nella riunione della IV circoscrizione

30/11/-0001 -
Un'assemblea affollata quella che si è svolta nella sede della IV Circoscrizione in merito alla terza corsia dell'Autostrada e al casello Fenile-Belgatto. A rappresentare l'Amministrazione Comunale, l'Assessore ai Lavori Pubblici, Marco Paolini, e l'Arch. Valter Bogino che hanno illustrato il progetto proposto da Società Autostrade.

da Marco Paolini
Assessore ai Lavori Pubblici e Beni Monumentali


“I progetti oggi in esame – ha dichiarato l'Assessore Paolini – non sono ancora gli elaborati definitivi ma è importante iniziare a dialogare su un'opera che fornirà una risposta concreta a problemi di viabilità della nostra città. Si tratta di cogliere un'opportunità importante: grazie al nuovo casello e alle opere accessorie sarà possibile offrire agli utenti una reale alternativa al passaggio nel centro storico della città e, contemporaneamente, si risolverà l'annoso problema del collegamento tra le frazioni, oggi fin troppo dequalificate.

In particolare, Autostrade per l’Italia, oltre all’ampliamento della sede autostradale, realizzerà nella nostra città un nuovo collegamento con la statale 16 a sud con un nuovo ponte sul Metauro, un nuovo raccordo tra bretella sud - autostrada – superstrada, un parcheggio scambiatore nei pressi del casello, che sarà collegato – a monte dell’abitato - con via Bellandra, una ricucitura viaria tra via Campanella e la S.P. Flaminia, una bretella di collegamento tra strada Flaminia e S.P. per Carignano, un nuovo casello autostradale nei pressi della frazione di Fenile che non interferirà con l’abitato”: infatti, il casello “Fano Nord” verrà realizzato nel rispetto della normativa vigente in tema di impatto ambientale, in una zona pianeggiante lontano dal tessuto abitativo.

Oltre all’ampliamento della terza corsia e alla messa in sicurezza del tratto autostradale Fano-Pesaro, senza oneri per il Comune, Fano riesce ad ottenere una serie di opere a favore del territorio di portata e valore eccezionale. In sostanza, Fano ottiene la realizzazione dei tre quarti della circonvallazione contestualmente all’ampliamento alla terza corsia, e un importante parcheggio scambiatore. “Inutile sottolineare la valenza strategica - anche per la gestione delle emergenze - del nuovo ponte sul Metauro. Nel complesso si tratta di interventi aggiuntivi rispetto alla terza corsia per diverse decine di milioni di euro necessari a recuperare il gap infrastrutturale accumulato”.

Per quanto concerne l'inserimento della bretella Fano – Pesaro nell’ambito dell’Intesa Generale Quadro Stato-Regione per le infrastrutture dei trasporti marchigiane, è di queste ore la notizia dello stanziamento da parte della Regione Marche di 150.000 euro a favore della Provincia di Pesaro e Urbino per la progettazione della complanare.

“Non posso che essere soddisfatto – ha concluso l'Assessore Paolini - per l'importante risultato conseguito. Probabilmente sarà l'accordo più importante che sarò in grado di sottoscrivere nel mio mandato: finalmente, dopo anni di parole e pochi fatti saremo in grado di risolvere il problema del congestionamento e della gestione del traffico. A dar valore a questo progetto l'azione congiunta Comune, Provincia e Regione che ha garantito un potere contrattuale maggiore nell'ottica di un miglioramento delle infrastrutture della Regione Marche e delle due più importanti città della stessa”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 ottobre 2006 - 1320 letture

In questo articolo si parla di fano





logoEV