Fano: presentato il volume La guida ENEL ai piaceri dell'energia nella valle del

30/11/-0001 -
E' stato presentato venerdì nella sala della Concordia del Comune di Fano, il volume I PIACERI DELL’ENERGIA realizzato, nell’edizione 2006, da Enel in collaborazione con il Touring Club Italiano, nell'ambito di Energiaper, il programma per la cultura, la ricerca scientifica, l'ambiente e lo sport.

dall'Enel
www.enel.it


La guida, per conoscere in modo nuovo l’Italia e le Marche, propone vari sentieri escursionistici, aree protette e itinerari culturali di grande fascino vicini alle centrali elettriche Enel, di cui proprio lungo la Valle del Metauro (www.enel.it/natura).

Uno degli itinerari più belli e affascinanti della nuova guida, stampata già in 125.000 copie, è quello che ha come asse portante la Valle del Metauro con i suoi fiumi e bacini idroelettrici Enel; ormai tre laghi integrati nel paesaggio: Furlo, San Lazzaro e Tavernelle che arricchiscono tutto il territorio sotto vari punti di vista e sopratutto lo valorizzano in modo rilevante sul piano paesaggistico, naturalistico, sportivo e turistico durante tutto l’anno.

Di rilievo anche le belle e originali architetture che caratterizzano le varie centrali idroelettriche Enel che si trovano lungo l’asse fluviale, fino ad arrivare al mare tramite l’antico Canale Albani che alimenta la Centrale Liscia che si trova proprio in testa al porto - canale di Fano a ridosso della Darsena Borghese.

Gli impianti Enel sul territorio (dighe, canali, centrali idroelettriche) si sono trasformati negli anni anche in "contenitori" culturali, spazi per l'intrattenimento ludico e sportivo, e in luoghi di interesse turistico e naturalistico. Realtà che Enel contribuisce a salvaguardare, con le istituzioni locali, ponendo particolare attenzione all'integrazione tra architettura industriale e paesaggio, tra esigenze funzionali della produzione e ambiente, tra progresso tecnologico e recupero della tradizione, come avviene in occasione di eventi come la festa del fiume che si svolgerà da oggi fino al 12 novembre prossimo.

Per rafforzare questa vocazione di azienda attenta allo sviluppo del territorio, è nato Energiaper - il programma di Enel per la cultura, la ricerca scientifica, l'ambiente e lo sport - che raccoglie progetti di comunicazione integrata sviluppati in partnership con enti locali, associazioni sportive e ambientaliste (WWF, LIPU, Legambiente, Associazioni e Federazioni sportive, ecc…) e agenzie culturali.

Nell’ambito di Energiaper, la Guida 2006 presenta una novità: la rubrica dei luoghi della scienza di ogni regione ove sono segnalati i principali musei della scienza e della tecnica tradizionali, musei interattivi, ma anche orti botanici, osservatori astronomici, acquari, parchi tematici e musei del territorio. La selezione è stata fatta nel tentativo di offrire ai lettori-viaggiatori spunti per programmare gite divertenti e istruttive, scoprendo i piccoli e grandi tesori della scienza in ogni angolo d’Italia.

Come luoghi della scienza nelle Marche vengono segnalati, tra l’altro: il Mateureka – Museo del Calcolo e della Matematica di Pennabilli; il Musem Graphia di Urbino; il Museo del Balì di Saltara e il Museo Scientifico Luigi Guidi – Osservatorio Valerio di Pesaro.

Un modo nuovo, quindi, in un contesto propositivo originale, per sviluppare la divulgazione scientifica e tecnologica nel nostro Paese all'insegna dei "piaceri dell'energia".

Con il volume I PIACERI DELL’ENERGIA , grazie alla collaborazione del Touring Club Italiano, non c’è solo modo di conoscere angoli nuovi e inesplorati del territorio e dei paesaggi, ma ci sono tante utili segnalazioni per i viaggiatori per raggiungere: aziende enogastronomiche, alberghi, ristoranti e quanto di consueto le persone desiderano sapere dei posti che li hanno incuriositi.

Il volume I PIACERI DELL’ENERGIA viene distribuito gratuitamente da Enel e può essere richiesto tramite internet dal sito www.enel.it.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 23 settembre 2006 - 1490 letture

In questo articolo si parla di enel, fano