Trasporto pubblico su gomma: nuove agevolazioni

2' di lettura 30/11/-0001 -
Da oggi nelle Marche aumentano le agevolazioni tariffarie sui servizi a trasporto pubblico regionale e locale.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


L’esecutivo, riunito questa mattina, ha infatti adottato nuovi criteri che ampliano le agevolazioni tariffarie per il trasporto su gomma in considerazione delle fasce di cittadini in condizioni di disagio economico. In particolare, alcune categorie che fino ad oggi godevano di una riduzione della metà delle tariffe, grazie al provvedimento odierno potranno viaggiare gratuitamente.

Hanno dunque diritto alla libera circolazione sui mezzi dei servizi di trasporto pubblico regionale e locale su gomma i residenti nelle Marche appartenenti a queste categorie: i mutilati e invalidi di guerra e di servizio, invalidi civili e di lavoro portatori di handicap con invalidità pari o superiore al 67 per cento; i minori portatori di handicap; i cavalieri di Vittorio Veneto; i perseguitati politici, antifascisti o razziali riconosciuti; i disoccupati che abbiano perso un rapporto di lavoro precedente con durata continuativa pari o superiore a 12 mesi e gli iscritti alle liste di mobilità; i sordomuti; i ciechi.

Introdotta una nuova fascia relativa alle donne in stato di gravidanza e anche le mamme con un bambino al seguito di età inferiore all’anno di vita potranno viaggiare gratuitamente.

Altra novità introdotta con la delibera è una ulteriore riduzione per i pensionati ultrasessantacinquenni i quali pagheranno solo il 25 per cento del costo dei biglietti e degli abbonamenti se la loro situazione economica equivalente –Isee – sia inferiore al limite di 6.500 euro), fermo restando il diritto alla circolazione agevolata in generale prevista dalla precedente normativa.

" La Regione Marche – dichiara l’assessore ai Trasporti, Pietro Marcolini che già si distingueva perché era tra le poche ad adottare un regime di adeguate agevolazioni, da oggi amplia la platea delle agevolazioni con esenzioni dal pagamento per significative fasce di cittadini. Particolare attenzione anche per gli anziani a reddito basso a cui abbiamo voluto rendere più vantaggiosa la possibilità di viaggiare sui mezzi pubblici. Un provvedimento che vuole rendere più facile il diritto alla mobilità delle fasce più deboli attraverso una significativa novità che introduce la gratuità per un cospicuo numero di cittadini in condizioni di disagio”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 settembre 2006 - 1063 letture

In questo articolo si parla di trasporti, regione





logoEV