Klezmer Festival 2006 per la prima volta anche in Bosnia

30/11/-0001 -
E’ iniziato il conto alla rovescia per la trasferta bosniaca dell’undicesima edizione del Klezmer Festival. Un lungo fine settimana di spettacoli che, da venerdì prossimo 15 settembre, porteranno un pezzo della nostra regione tra Sarajevo e Banja Luka.

da Ass. Musica Klezmer


Dal concerto di Moni Ovadia a quelli dei vincitori di Musicultura, fino all’esibizione del maestro Giovanni Seneca, il Klezmer si prepara a creare, per la prima volta, un ponte sull’Adriatico. E lo fa in grande stile, anche dal punto di vista organizzativo, grazie al CTS di Ancona, che per l’occasione ha approntato un pacchetto di viaggio a condizioni vantaggiosissime (dettagli al sito www.in3comunicazione.it).

Dopo l’anteprima con il concerto di Goran Bregovic a Falconara che ha riempito il parco del Cormorano ad agosto, gli appuntamenti del Klezmer saranno l’interfaccia culturale all’inaugurazione di due Centri per cure fisioterapiche e riabilitative, operazione realizzata nell’ambito del Programma di cooperazione decentrata “Tutela e reinserimento di minori con disabilità fisica e psichica e promozione di imprenditorialità sociale nel territorio della Federazione di Bosnia Erzegovina e della Repubblica Srpska". Un progetto importante che vede la Regione Marche e la Regione Emilia Romagna impegnate nei territori martoriati della ex Jugoslavia.

Venerdì 15 il Festival Klezmer a Sarajevo inizierà alle 21.00 al Sartr Teatro con due scoperte del Musicultura festival del 2006: Davide De Gregorio, il vincitore dell’ultima edizione, salirà sul palco con “Io e Golia”, concerto durante il quale presenterà i brani tratti dal suo primo disco. Precederà il concerto l’esibizione di Gianluca Massaroni, premiato dalla critica come miglior testo del festival.

Sabato 16, stesso luogo, stessa ora, sarà di scena Moni Ovadia e Arkè String Project in concerto con “Kavanah”, una raccolta di brani di differente ispirazione con protagonista l’eclettico artista di origine ebraica. Domenica 17 alle 18, al Cinema Meeting Point, proiezione del film “Souvenir Srebrenica”, un progetto di teatro-documentario di Roberta Biagiarelli e Luca Rosini realizzato con il contributo della Regione Marche e della Regione Emilia-Romagna. Presenteranno il lavoro Nihad Kresevljakovic e Roberta Biagiarelli.

In serata, alle 21,00 al Sartr Teatro, Giovanni Seneca Trio in concerto con “Mutaforme”, un programma di brani originali di Giovanni Seneca che avrà la peculiarità di essere il primo spettacolo che verrà presentato a Sarajevo e il giorno dopo, lunedì 19 settembre alla Casa della Cultura di Banja Luka.

La musica del quotato maestro anconetano sarà il punto di congiunzione tra le capitali delle due regioni della Bosnia ancora così distanti tra loro. Questo ultimo appuntamento darà l’arrivederci alla terza e ultima fase del Klezmer Festival 2006, che dal 7 al 15 ottobre chiuderà ad Ancona questa importante edizione, con un programma che si preannuncia davvero speciale. Il programma dettagliato della manifestazione in Bosnia è disponibile agli indirizzi www.klezmer.it, www.in3comunicazione.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 settembre 2006 - 900 letture

In questo articolo si parla di musica, in3 comunicazione