Ancona: Scenari figure e fantasmi conflittuali nel cinema italiano

3' di lettura 30/11/-0001 -
Un tema quanto mai attuale e coinvolgente, che ha certamente influenzato costumi e stili di vita, è quello individuato per la rassegna di cinema promossa dalla Provincia di Ancona-Assessorato alla Cultura e organizzata da CTM Studio di Ancona: Conflitti. Scenari figure e fantasmi conflittuali nel cinema italiano nella seconda metà del ‘900.

da Leggere il '900
www.leggereil900.it


Dopo il successo delle precedenti edizioni, il programma 2006 si presenta ugualmente vasto ed articolato, con proiezioni al Cinema Azzurro e al Cinema Coppi, ed incontri con personalità di grande rilievo, molto noti ed amati dal pubblico, che saranno disponibili a parlare del loro lavoro e a dialogare con gli spettatori.

Sarà Gianni Canova, curatore della rassegna ad introdurre e a condurre gli incontri.
Tra i personaggi che saranno ad Ancona, i registi Ugo Gregoretti, Luigi Magni, Giuseppe Ferrara, Sergio Rubini, Alina Marazzi, Augusto Tretti e Daniele Gaglianone, nato ad Ancona.

Due proiezioni, una alle ore 18 e una alle ore 21.30, nelle giornate del 20, 21 e 22 settembre; ed ancora alle ore 18 e alle 21.30 il 27, 28 e 29 settembre.
Il conflitto è una costante dell’animo umano e quindi della storia dell’uomo e delle sue vicende. In particolare ha determinato l’andamento sociale e culturale dell’intero Paese nella seconda metà del ‘900.

Non solo conflitti sociali, economici, generazionali ma anche ideologici, politici, di classe, familiari, ecc. Hanno preso così valore simbolico piazze, fabbriche, aule di tribunali, ma anche gli interni domestici, il quartiere, i cortili, i caseggiati popolari….

Spazi che hanno visto e hanno alimentato contraddizioni, scontri, opposizioni e conflitti.

Come sia cambiata l’Italia in 50 anni, ma anche come siamo cambiati e come stiamo cambiando tutti può esserci narrato, con incisività, maestria e divertendoci, anche e soprattutto da un film.

Tutti da vedere quelli di questa rassegna.
Da Bellissima di Luchino Visconti, a Il pollo ruspante e Omicron di Ugo Gregoretti, Il Potere di Augusto Tretti, La stazione e La terra di Sergio Rubini, Nell’anno del Signore di Luigi Magni, Il sasso in bocca e i Banchieri di Dio di Giuseppe Ferrara; fino ad arrivare a Un’ora sola ti vorrei, un commovente film, raramente disponibile, montato con frammenti di filmini di famiglia girati, negli anni Venti e Trenta, dal nonno di Alina Marazzi, che sarà presente in sala.

L’iniziativa, è realizzata in collaborazione con: Centro Sperimentale di Cinematografia, Cineteca Nazionale, Fondazione Cineteca Italiana.
L’intero programma può essere consultabile in:
www.leggereil900.it
www.salonedelcinema.com

Notizie utili
Per informazioni: info 071.33146
Cinema Azzurro, via Tagliamento 39, Ancona-info 071/33146
Cinema Coppi, corso Carlo Alberto 50, Ancona- info 071/2810258

Il programma.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 settembre 2006 - 2058 letture

In questo articolo si parla di cinema, leggere il 900, ancona