Ancona: un'altra aggressione alla vigilia del vertice sulla sicurezza

1' di lettura 30/11/-0001 -
Proprio alla vigilia del vertice sulla sicurezza e l'ordine pubblico della città "Ai confini della legge", convocato dal prefetto Giovanni D'Onofrio, si è consumato nella zona tra la stazione ferroviaria e il Piano, in via Pergolesi, un altro episodio di violenza.

di Morena Bartolacci
redazione@viveresenigallia.it


Vittima dell'aggressione è un'operaia nordafricana di 32 anni che, mentre si stava dirigendo nella ditta di pollame in cui lavora, è stata avvicinata da tre marocchini che l'hanno strattonata, picchiata e buttata a terra. Non hanno abusato di lei, ma la donna ha comunque riportato diverse lesioni.

Al vertice sulla sicurezza hanno partecipato il sindaco di Ancona Sturani, il presidente della Provincia Giancarli, il questore Giorgio Iacobone, il comandante provinciale dei carabinieri Mauro Cipolletta e rappresentanti della Guardia di finanza, del Corpo forestale dello Stato, il presidente della II circoscrizione, il comandante del Corpo di Polizia municipale Tittarelli e il vice-presidente di Confcommercio Ancona.

Ciò che è emerso è che la zona in questione, cioè quella tra il Piano e la stazione ferroviaria, è una di quelle in cui è maggiore la concentrazione di residenti cittadini extacomunitari, che si attesta sul 42% e il prossimo anno si prevede che raggiungerà il 50%.

La soluzione prevista dal vertice è quella di continuare a portare avanti i progetti già avviati al fine di ottenere una migliore integrazione. Nello specifico, si farà leva sul progetto di recupero scolastico riservato agli stranieri, sui centri di ascolto e sui corsi di lingua italiana.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2006 - 1197 letture

In questo articolo si parla di cronaca, morena bartolacci, violenza, ancona