Ancona: dal vertice sulla sicurezza in arrivo misure mirate

30/11/-0001 -
Una volante della Questura in pattugliamento quotidiano dopo le 20, supportata anche da un mezzo di carabinieri o dei vigili urbani ed una pattuglia di polizia con unità cinofile, controlli su bar ed esercizi pubblici.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Queste le misure adottate questa mattina nel corso del summit sulla sicurezza pubblica al Piano San Lazzaro tenutosi in prefettura, sollecitato dal sindaco di Ancona Fabio Sturani a seguito dei fatti di cronaca verificatisi di recente nella zona. La riunione è stata presieduta dal prefetto Giovanni d’Onofrio con la partecipazione di tutte le forze dell’ordine, coordinate dal questore Giorgio Iacobone e con la presenza del presidente della II^ circoscrizione Stefano Foresi e dei rappresentati di Confcommercio e Confesercenti.

Il prefetto, a seguito della disponibilità manifestata da tutti i soggetti intervenuti, ha disposto azioni mirate di prevenzione nel territorio e ha ricordato che era già stata presentata nel gennaio di quest’anno la domanda al Ministero degli Interni affinché per la zona sia ulteriormente potenziata la presenza del poliziotto di quartiere con un'altra unità. Inoltre sarà vagliata l’ipotesi che poliziotti o carabinieri in pensione possano svolgere attività di prevenzione nell’area nelle ore diurne, con particolare attenzione agli anziani e alle categorie più deboli (come proposto da Confesercenti).

Il territorio Archi-stazione-piazza UgoBassi-Corso Carlo Alberto ospita il 42% degli extracomunitari presenti nel territorio comunale e da anni la II^ circoscrizione sta lavorando con corsi di lingua, attività per i ragazzi per favorire l’integrazione tra gli italiani e le oltre 10 comunità di stranieri presenti nella zona. Il sindaco Sturani ha ricordato come sia ferma la volontà di garantire sicurezza a tutti i cittadini sia italiani che stranieri.

“Proprio alcuni giorni or sono ho ricevuto una mail da un cittadino di origine marocchina presente ad Ancona da 13 anni che è preoccupato per la sicurezza di sua figlia quando esce di casa di sera. Si tratta di un timore uguale a quello di tanti anconetani. Ecco perché è necessario lavorare in sinergia con tutti i soggetti preposti per garantire sicurezza e qualità della vita al territorio ed evitare spiacevoli episodi come quelli verificatisi di recente. Ma questi obiettivi si raggiungono anche attraverso la riqualificazione. Stiamo lavorando su progetti di riqualificazione area nell’area ex Fiat, corso Carlo Alberto e per l’autostazione all’ex fornace Verrocchio. Interventi sono in programma in via Pergolesi, al garage Morici (azioni di riqualificazione edilizia residenziale), riqualificazione dell’area ex Crass e zone limitrofe. Dovremo intervenire in maniera drastica anche su via Lotto mentre il progetto del campo sportivo alle Palombare è in fase d’appalto ed è propedeutico alla realizzazione del centro commerciale, fondamentale per la rivitalizzazione della zona. L’impegno preso dalla pubblica amministrazione è di chiedere ad Anconambiente di mettere in primo piano gli interventi di illuminazione pubblica per la zona come elemento di maggiore sicurezza” .

E alla necessità di stimolare la presenza di insediamenti di giovani coppie anconetane nella zona proprio per dare nuovo stimolo ed equilibrio alla vita sociale della zona (proposto da Confcommercio), il sindaco ha ricordato come nell’area sono previsti oltre 250 nuovi appartamenti. Il comandante della Polizia Municipale Luciano Tittarelli ha inoltre annunciato che da alcuni settimane è stato potenziato il vigile di quartiere con un ulteriore unità.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 settembre 2006 - 1083 letture

In questo articolo si parla di ancona