Acquaviva Picena: blitz in Croazia per visitare gli scavi archeologici

30/11/-0001 -
Invitata dal gruppo degli Archeologi dell'Università di Bologna, capitanato dal Prof. Lepore e dal Dott. Giorgi, l'Amministrazione Comunale di Acquaviva Picena, rappresentata per l'occasione dall'Assessore al Turismo Andrea Infriccioli, si è recata a Drnis, in Croazia, al fine di visistare lo scavo archeologico in atto nel parco nazionale della Krka.

dal Comune di Acquaviva Picena


Si tratta di un parco che ospita circa 4 milioni di turisti all'anno, araggiungibile anche via mare. Incontro informale in cui Infriccioli ha avuto modo di vedere il lavoro che l'Università sta svolgendo in una cittadina che tanto si accomuna con Acquaviva Picena.

Lavoro di scavo che, in contemporanea e da 4 anni, si svolge anche ad Acquaviva Picena, nell'ambito del progetto "Acquaviva nella Storia", che ha permesso, grazie al contributo anche della Provincia di Ascoli Piceno, di aprire ad Acquaviva Picena la prima sede fisica del Centro Studi per l'Archeologia dell'Adriatico.

Infriccioli ha avuto modo altresì, pur con pochissimo tempo a disposizione, di visitare col gruppo il paese di Drnis, il centro storico in cui è ubicata la Chiesa di San Rocco, la statua dello scultore Ivan Mestrovic, gli impianti sportivi e alcune strutture ricettive. "Sarei dovuto partire venerdì mattina ma per l'amore che nutro per la Samb Calcio non potevo rinunciare all'invito della famiglia Tormenti per la presentazione della Samb calcio; comunque è valsa proprio la pena raccogliere l'invito del Dott. Giorgi e del Prof. Lepore dell'Università di Bologna per visitare Drnis ed il sito archeologico con loro e con tutto il gruppo degli archeologi. Quindi partire sabato mattina e ritornare domenica sera non è stato affatti faticoso, anzi! Grazie inoltre alla chiacchierata informale con il Sindaco e alcuni Amministratori locali incontrati casualmente in un bar del centro, ad ottobre, col Sindaco e tutti gli Amministratori del Comune di Acquaviva Picena, torneremo in Croazia per l'incontro ufficiale tra le due Amministrazioni.

Comunque Acquaviva Picena e Drnis sono accomunate da diversi fattori: l'Archeologia, il Turismo, la Cultura, l'enogastronomia, lo sport, tutti fattori che lasciano presuppoorre un gemellaggio già auspicato in sede d'inaugurazione del Centro Studi per l'Archeologia dell'Adriatico, week end in cui i croati vennero da noi per far vedere le bellezze della zona archeologica del Parco Nazionale della Krka, fiore all'occhiello della costa e dell'entroterra croato".

Nella foto l'Assessore Andrea Infriccioli a Drnis con il Prof. Lepore ed il Dott. Giorgi dell'Università di Bologna e alcuni degli Amministratori locali.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 agosto 2006 - 1108 letture

In questo articolo si parla di acquaviva picena