Macerata: Carmen Consoli lunedì di scena allo Sferisterio

30/11/-0001 -
E’ l’unica voce femminile di “Sferisterio Musica Live”. Arriverà il 28 a Macerata la “cantantessa” siciliana Carmen Consoli a chiudere la serie di appuntamenti della rassegna musicale “Sferisterio Musica Live”, organizzata dalla Anno Zero di Domenico Mascitti e Giulio Spadoni con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’Amat, che ha visto come protagonisti di questa prima edizione “i cantautori”: dapprima Riccardo Cocciante, poi Vinicio Capossela, quindi, Ivano Fossati, ed in fine, appunto, dopodomani, Carmen Consoli.

da Anno Zero


Reduce dai successi del suo ultimo album Eva contro Eva, trainato dal singolo Signor tentenna, la cantante di “Confusa e felice” arriverà il prossimo lunedì all’Arena maceratese. Sono trascorsi tre anni e mezzo dall’uscita de “L’eccezione”: un periodo nel quale Carmen Consoli ha considerevolmente ampliato i propri orizzonti espressivi, soprattutto grazie a una ricca serie di esperienze fuori dai confini italiani e di incontri importanti che l’hanno “riportata a casa”.

Stranamente, ma non troppo, i concerti tra Europa e Stati Uniti l’hanno infatti persuasa a recuperare in modo ancor più deciso che in passato le sue radici mediterranee. Pur dichiarando, naturalmente, la sua discendenza dai precedenti capitoli dell’avvincente romanzo consoliano, “Eva contro Eva” sorprende con le sue sobrie policromie sonore nonché con la bellezza di liriche che privilegiano “ritratti” di personaggi emblematici (“Tutto su Eva”, Maria Catena”, “La dolce attesa”, “Preghiera in gola”, “Piccolo Cesare”, il singolo apripista “Signor Tentenna”) ma che non disdegnano aperture ad altri generi: è il caso, ad esempio, delle due canzoni musicalmente più “esotiche” dell’album, la quasi-drammatica “Il pendio dell’abbandono” cofirmata con Goran Bregovic (qui in versione diversa, e non di poco, da quella contenuta nel film “I giorni dell’abbandono” di Roberto Faenza) e la “Madre Terra” scritta a quattro mani con Angelique Kidjo, intrisa degli aromi di quell’Africa alla quale Carmen ha donato da un po’ non solo il cuore ma anche il suo impegno umanitario.

Non più “bambina impertinente”, o almeno non del tutto, Carmen Consoli si riconferma insomma figura sempre più creativa e coraggiosa, vera mosca bianca in una scena italiana troppo spesso penalizzata dalla staticità e dal ricorso alla maniera. Non fossero sufficienti questi dieci nuovi episodi, valga come ulteriore prova della sua costante ricerca dell’alto profilo la scelta di affidarsi per le foto promozionali e del libretto a Elliott Landy, i cui straordinari scatti di miti quali Janis Joplin, Jimi Hendrix e Bob Dylan sono indelebilmente impressi nella mente di ogni appassionato di rock.

I prezzi per assistere al concerto sono: per il I settore 35 euro, per il II settore 28 euro, per il loggione 20 euro.

I tagliandi sono acquistabili presso la biglietteria dello Sferisterio, Le filiali della Banca delle Marche, Il circuito T.Box (071.2901224).

Questo il circuito T.Box in cui si possono acquistare i biglietti: Club Viaggi di Senigallia (071.63427), ad Ancona presso il bar Piccadilly, a Fano presso Adria Viaggi (071.803805), a Chiaravalle all'Hot Music (071.742189), ad Osimo all'Halley Tours (071.7230574), a Jesi presso il Federico II (0731.209177), a Civitanova Marche alla Casa della Musica (0733.770394), a Macerata al Juke Box (0733.239625), a Porto Sant'Elpidio al Musiquarium (0734.993263), a Fermo a Discolandia (0734.229107), a Porto San Giorgio all'Amadeus (0734.675575).

Inizio spettacolo ore 21.30.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 agosto 2006 - 1226 letture

In questo articolo si parla di musica, macerata, anno zero, sferisterio