Paterno: fumano hashish con genitori e nonna in casa, blitz dei carabinieri

1' di lettura 30/11/-0001 -
Un gruppo di amici stava fumando hashish nell'abitazione di uno di loro, con i genitori e la nonna presenti in altre stanze, quando i carabinieri hanno effettuato un blitz e arrestato uno dei ragazzi.

di Morena Bartolacci
redazione@viveresenigallia.it


Qualche giorno fa un gruppo di giovani amici si era riunito nell'abitazione di uno di loro, in località di Paterno, e stavano fumando hashish, incuranti anche del fatto che all'interno dell'abitazione, seppur in altre stanze, erano presenti i genitori e la nonna di Luca Sabbatini, ventiduenne residente in quella casa.

All'improvviso l'irruzione dei carabinieri ha interrotto la festa e portato le manette al giovane Sabbatini, organizzatore dell'incontro, che stava fumando tranquillamente sul suo divano.

Alcuni dei suoi coetanei si sono dileguati, altri sono stati identificati, mentre Sabbatini è stato portato a Montacuto, dove ha trascorso una notte, poi gli sono toccati due giorni agli arresti domiciliari.

È stato quindi sottoposto a processo per direttissima con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio ed è stato condannato a 8 mesi e a pagare una multa di 2 mila euro.

Non d'accordo con le misure prese, il legale del ragazzo, Andrea Bordoni, probabilmente ricorrerà in appello, ritenendo che la quantità di hashish trovata a casa del giovane - 65 grammi, suddivisi in 24 dosi - non sia sufficiente a sostenere l'ipotesi di spaccio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 agosto 2006 - 1894 letture

In questo articolo si parla di carabinieri, morena bartolacci, ancona, fumo





logoEV