Macerata: pubblicato il bando per le aziende agri-turistico venatorie

30/11/-0001 -
La Provincia di Macerata ha pubblicato il bando per la costituzione e il rinnovo delle Aziende agri-turistico venatorie (A.A.T.V.) che ricadano nel territorio di propria competenza.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


L’emanazione del bando – cui possono rispondere gli agricoltori e gli imprenditori agricoli (singoli o associati) – ottempera a quanto previsto dal Piano faunistico venatorio provinciale.

Le domande degli interessati dovranno essere indirizzate al Dirigente del 14° Settore, via Velluti n. 41, Piediripa di Macerata. Il termine per la presentazione delle istanze è stato fissato al 27 ottobre per quanto riguarda la costituzione di nuove Aziende. Quello per i rinnovi, invece, si chiude tre mesi prima della scadenza dell’atto di autorizzazione. Oggi nel territorio provinciale sono presenti 7 Aziende agri-turistico venatorie (una nell’Atc1, sei nell’Atc2).

La superficie minima da destinare a questo tipo di impresa agricola non potrà essere inferiore a 300 ettari, né superiore a 2 mila ettari. Inoltre, le autorizzazioni saranno concesse dalla Provincia soltanto dopo aver ricevuto il parere favorevole dell’Istituto nazionale per la fauna selvatica e previo riscontro di conformità alle previsioni del Piano faunistico venatorio regionale e di quello provinciale.

Attualmente nell’Ambito territoriale di caccia MC1 sono disponibili – per questo tipo di Aziende – 6.247 ettari di superficie, mentre nell’Atc MC2 sono utilizzabili soli 781 ettari di terreno.

Il bando e gli schemi di domanda sono consultabili anche sul sito internet della Provincia di Macerata, Settore Ambiente, e possono essere “scaricati” dallo stesso sito oppure ritirati presso la sede del 14° Settore, in via Velluti n. 41, a Piediripa. Per informazioni più dettagliate sul bando, telefonare ai numeri 0733.288719 – 288781.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 09 agosto 2006 - 1477 letture

In questo articolo si parla di turismo, provincia di macerata, agricoltura