Luxuria alla Rotonda di Senigallia: la musica è il mio genere

2' di lettura 30/11/-0001 -
Aveva detto "vi stupirò" e ha mantenuto la promessa. Vladimir Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno, è comparsa domenica sera alle 22 sul palco della Rotonda a Mare di Senigallia.

di Claudia Marchetti


Elegantissima in abito da sera nero e acconciatura anni '30, per oltre un'ora Luxuria circa ha intrattenuto il pubblico con il suo spettacolo dal titolo "La musica è il mio genere", recital di musica e poesia dedicato al mare. La neo deputata ha subito chiarito, non senza una punta di ironia, che avrebbe resistito alla tentazione di parlare di politica per non alimentare le polemiche che l' hanno preceduta, e così ha fatto, eccetto qualche frecciatina buttata qua e là tra una canzone e l'altra.

Tuttavia è stata la musica a dominare la serata: Vladimir si è presentata in una veste a molti sconosciuta, quella di cantante, e, accompagnata dal maestro Gabriele Cofrancesco al pianoforte, ha intepretato una decina di classici, alcuni rivisitati da lei stessa, del repertorio italiano e non. Da "Bocca di Rosa" di De Andrè, a canzoni popolari come "la Titina" e "Rosamunda",passando per Bruno Martino tradotto in portoghese, a Boy George e Aznavour con "quel che si dice", da lei stessa definita in parte autobiografica, Luxuria ha cantato, interpretato, recitato, da vera regina del palcoscenico.

Non è mancato un omaggio all'indimenticata Giuni Russo, con una canzone poco conosciuta: "Il vialetto Siciliano", cantata in dialetto, e a seguire una dedica alla nostra regione attraverso i versi dell'Infinito" di Giacomo Leopardi. A conclusione dello spettacolo l'istrionica artista ha recitato un pezzo da"Il vecchio e il mare" di Hernst Hemingway, ma visto il calore del pubblico, numerosissimo, che le chiedeva di continuare ha introdotto l'ultima canzone definendola "non politica, ma patrimonio della nostra nazione di cui dovremmo tutti andare orgogliosi" e ha intonato "Bella Ciao" accompagnata dal battito di mani di tutti i presenti.

Nella foto Vladimir Luxuria al termine dell'esibizione.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 08 agosto 2006 - 1747 letture

In questo articolo si parla di rotonda