Macerata: doppio appuntamento con lo Sferisterio Opera Festival

2' di lettura 30/11/-0001 -
Antoniozzi porta in scena al teatro Invitation Au Voyage e Philippe Daveri sarà in arena per assistere a "Il Flauto Magico".

da Sferisterio Opera Festival


Sabato 5 agosto, ultimo appuntamento al Lauro Rossi dello Sferisterio Opera Festival 2006.
Sarà come fare il giro del mondo. Dall’'Europa all'’America, scoprendo le musiche di Beethoven, Rossini, Donizetti, Bizet e tanti altri compositori.

Invitation au voyage, il recital interpretato dal baritono Alfonso Antoniozzi, affiancato da Loris Peverada al pianoforte, è l'’ultimo appuntamento del Lauro Rossi che va in scena sabato 5 agosto, alle 18, orario che ha caratterizzato gli eventi del teatro maceratese.

Invitation au voyage è un percorso di suggestioni che si sviluppa attraverso parole e note che provengono dalla storia della letteratura e della musica. Il titolo è tratto da una famosa poesia di Charles Baudelaire e proprio dal poeta francese comincia l'’avventura, attraverso i brani scelti da Antoniozzi, in accordo con il direttore artistico Pier Luigi Pizzi.

L'’artista viterbese, considerato dal Corriere della Sera “il miglior baritono buffo italiano”, ha in repertorio tutti i grandi titoli d’'opera buffa rossiniana e donizettiana, e collabora con le maggiori realtà musicali italiane e straniere, come il Teatro alla Scala di Milano, il Berliner Staatsoper, il Metropolitan di New York, il Capitole di Toulouse, l’Accademia di Santa Cecilia, il Wiener Staatsoper, la San Francisco Opera, l’Opera di Parigi, il ConcertGebouw di Amsterdam.

Il recital richiama i temi del viaggio esotico e spirituale, affrontando il tema conduttore dello Sferisterio Opera Festival 2006: il viaggio iniziatico.

Anche un appuntamento venerdì alle 18 all'’enoteca degli Antichi forni per uno dei più noti storici dell’'arte italiani Philippe Daverio.

Lo storico dell'arte assisterà, venerdì prossimo, alla prima replica de Il flauto magico. La sua visita a Macerata avrà comunque un prologo alle 18, all'’Enoteca degli antichi forni con un incontro culturale che culminerà in un brindisi.

Daverio, nato in Alsazia da padre italiano e madre alsaziana, è già stato recentemente nella nostra provincia: a metà luglio nel teatro comunale di Caldarola dove ha svolto un intervento sulla figura e la pittura di Lorenzo Lotto.

Assessore a Milano dal 1993 al 1997, con le deleghe alla Cultura e al Tempo libero, Daverio si è occupato del rilancio di Palazzo reale a Milano, del suo restauro e del riposizionamento del sistema museale. Attualmente si occupa di strategia ed organizzazione nei sistemi culturali pubblici e privati.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 agosto 2006 - 1154 letture

In questo articolo si parla di musica, teatro, sferisterio





logoEV