Tavullia: una partita di ramino degera in rissa

30/11/-0001 -
È successo poco dopo la mezzanotte, qualche giorno fa: Pasquale Misotti, muratore 39enne, è stato colpito da due coltellate da Agostino Concetto Paluci, 54 anni, anche lui muratore, e giudicato da tutti un tipo tranquillo.



La lite sarebbe successa a causa di una partita di ramino: in palio otto euro, da una parte Agostino e dall'altra un personaggio conosciuto come lo "Squalo". Secondo le testimonianze, lo "Squalo", dopo aver perso la partita, si sarebbe rifiutato di pagare il debito, e i due avrebbero continuato a discutere, oltre che al circolo Arci dove si era svolta la partita, in un bar del paese.

L'aggressione vera e propria si sarebbe svolta tuttavia fuori del bar, dove tra i due si sarebbe frapposto Pasquale. Probabilmente erano entrambi ubriachi, e pare sia volata una parola di troppo da parte di Pasquale: Agostino ha sollevato il coltello, colpendo il 39enne al torace, all'addome e a una gamba.

Degli amici di Pasquale lo hanno subito portato in auto all'ospedale di Urbino, dove ora è ricoverato dopo aver subito un intervento chirurgico. Nonostante non fosse in grado di rilasciare una dichiarazione, i carabinieri sono riusciti comunque a scovare il suo aggressore, Agostino, che è stato subito trasferito al carcere di Villa Fastiggi, dopo aver confermato la lite avvenuta, l'accusa quella di tentato omicidio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 luglio 2006 - 1554 letture

In questo articolo si parla di cronaca, tentato omicidio