Truffava ai videopoker ed ha picchiato la barista che lo ha sorpreso

30/11/-0001 -
Era riuscito a sottrarre 600 euro da una macchinetta dei videopoker utilizzando una banconota falsa ma è stato scoperto dalla barista e per questo l'hanno picchiata.



E' finito in manette un albanese di 20 anni, E.L., e un suo connazionale, H.K., di 33 anni, è stato denunciato a piede libero per aver picchiato la barista che li aveva scoperti a truffare ai videopoker.

E' successo all'interno di un bar di San Benedetto del Tronto. I due albanesi erano già stati avvistati con fare sospetto alcuni giorni all'interno del locale nei pressi della stazione, quando erano riusciti a rubare 200 euro. Ieri hanno tentato nuovamente il colpo sottraendo altri 300 euro ma stavolta sono stati scoperti dalla barista e per questo i due hanno reagito picchiando la donna e dandosi alla fuga.

La donna, in evidente stato di shok, è riuscita ad allertare le forze dell'ordine che li ha rintracciati all'altezza di Grottammare. Dai controlli effettuati dalla Polizia è emerso che i due albanesi erano già indagati dalla Questura di Milano sempre per truffa.

Singolare lo stratagemma utilizzato per sottrarre il denaro dalle macchinette cambiasoldi. Incollando due banconote e legandole ad un filo, riuscivano infatti ad inserire e togliere la banconota ricevendo in cambio monete da un euro.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 27 giugno 2006 - 1242 letture

In questo articolo si parla di penelope pitti, truffa