Incontro regione - enti locali per la realizzazione di progetti di riuso

30/11/-0001 -
La Regione Marche ha incontrato gli enti locali del territorio per illustrare un progetto in tema di riuso a cui potranno aderire Comuni e Province delle Marche interessati.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Il progetto nasce in risposta all’avviso nazionale, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 11 marzo, per la realizzazione di progetti di riuso. Il riuso delle soluzioni realizzate nell’ambito dei progetti di e-government cofinanziati con un precedente avviso, pubblicato nel 2002, è infatti la modalità con la quale si intende attuare a livello nazionale la diffusione territoriale dei servizi a cittadini e imprese.

Nello specifico, la Regione Marche ha espresso la volontà di proporre un progetto unico a regia regionale che include, come soluzioni di riuso, quattro progetti di e-government (People, TEC-UT, Studiare e Sigmater) che sono tra le migliori in materia di sistemi per l’erogazione di servizi pubblici on line.

Ad illustrare bando, progetto regionale e benefici per la Pubblica Amministrazione e l’utenza dei servizi pubblici sono stati il dirigente della posizione di funzione Informatica della Regione Marche, Lucio Forastieri, il referente della linea riuso del Centro Nazionale per l’Informatizzazione della Pubblica Amministrazione (Cnipa), Roberto Pizzicanella, e i referenti dei quattro progetti di e-government oggetto del riuso, Adelelmo Lodi Rizzini, Emanuele Frontoni, Adriano Gattoni e Davide Salvioli.

Dall’incontro è emersa la volontà di dar vita a un gruppo tecnico, formato dai membri della cabina di regia, costituita nell’ambito del protocollo di intesa per lo sviluppo di un sistema regionale di comunicazione a larga banda e lo sviluppo della Società dell’Informazione nelle Marche (sottoscritto il 1° febbraio scorso da Regine Marche, ANCI, UPI e UNCEM), e dai referenti dei quattro progetti di e-government.

Il gruppo tecnico provvederà alla predisposizione concreta del progetto, in cui un ruolo strumentale all’erogazione dei servizi pubblici su tutto il territorio regionale potrebbe essere affidato a Centri servizi territoriali provinciali.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 giugno 2006 - 1207 letture

In questo articolo si parla di regione