Rimpasto in Giunta Regionale: esce Solari, ritorna Minardi

2' di lettura 30/11/-0001 -
Un passaggio non indolore, ma necessario per affrontare con maggiore compattezza i nodi più importanti che aspettano il governo regionale nei due prossimi anni: il consolidamento finanziario e il nuovo Piano sanitario regionale per riqualificare servizi e assistenza sanitaria.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Sono le parole del presidente della giunta regionale, Gian Mario Spacca, affiancato dal vicepresidente Luciano Agostini, nel corso della conferenza stampa per annunciare il nuovo profilo dell’esecutivo che - dopo la riunione della maggioranza politica della coalizione di centrosinistra di questa mattina- prevede l’ingresso del Presidente del Consiglio regionale (DS), Luigi Minardi come assessore e l’uscita del tecnico-assessore alla Cultura, Giampiero Solari.

Un nuovo assetto che consentirà al PDCI di entrare nell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale. Spacca ha quindi sottolineato che la politica culturale rimarrà ugualmente una delle principali strategie di questo governo regionale, forti della spinta notevole che Giampiero Solari ha già impresso a questo settore. Il Presidente si è poi augurato che Solari possa rimanere al fianco della Regione e collaborare, accettando la proposta di esperto per i “Grandi progetti” che la Regione Marche non ha intenzione di abbandonare, ma anzi di rafforzare.

Il presidente della giunta ha parlato anche di scelta ampiamente condivisa dalla maggioranza, coerente con i criteri che erano stati sottoscritti al momento del varo di questo governo e resa possibile grazie alla disponibilità di Solari.

Spacca ha poi spiegato che questo sarà l’unico cambiamento in seno alla giunta. Rimarrà l’assetto definitivo, che rispetta alla lettera gli accordi pre-elettorali e i contenuti della mozione programmatica sottoscritta dalle forze della coalizione di centrosinistra un anno fa.

Dopo le due consultazioni elettorali, le politiche e le amministrative, infatti, si è deciso di integrare la rappresentanza di tutti i partiti della maggioranza. Luciano Agostini, ha anche lui sottolineato la determinazione espressa nelle nuove scelte di riassetto della giunta e la necessità di riequilibrare la rappresentanza politica all’interno della coalizione.

“Una maggioranza che esce più forte – ha detto- proprio per dare certezze sui punti nodali.” Anche Agostini ha avuto parole di stima per Giampiero Solari: “ Spero di collaborare ancora con lui che ho scoperto, oltre che tecnico capace, anche come amico.”

Nella foto Luigi Minardi.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 giugno 2006 - 1103 letture

In questo articolo si parla di politica, regione