Pesaro: donato generatore elettrico da Uildm

2' di lettura 30/11/-0001 -
Perchè chi è collegato ad un respiratore automatico, non può permettersi mancanze di corrente.

dal Centro Servizio per il Volontariato


Si è abituati a pensare che risorse come l’acqua, la luce, il gas, ci siano dovute. E quando la società di turno stacca anche solo momentaneamente il servizio, ci si innervosisce, se non peggio.
Ma tutto è relativo. Se per la maggior parte la mancanza di corrente vuol dire sera senza tv, per qualcuno che ha bisogno di un respiratore automatico, significa la fine.
Così, la Uildm, (Unione Italiana Lotta alla distrofia Muscolare), sezione di Pesaro-Urbino in collaborazione con Enelcuore, ha donato ad una famiglia della provincia di Pesaro, dove ci sono due fratelli affetti di distrofia muscolare Duchen e bisognosi di respiratore automatico per tutta la notte, un generatore elettrico, onde evitare la mancanza momentanea di corrente.

“La direzione nazionale dello Uildm - spiega Bruno Premilcuore, coordinatore Uildm Pesaro – ha preso accordi con Enelcuore per fornire a quelle sezioni Uildm che ne avevano bisogno, un generatore di corrente”. La sezione di Pesaro, che opera sul territorio provinciale fin dal lontano 1985, con assistenza sociopsicologica, è stata in grado di acquistare questo generatore grazie al buon ricavato dalle giornate nazionali dell’8 e 9 aprile, quando protagonista è stata una farfalla di peluche.

“Fra i nostri assistiti – ancora Premilcuore -ce ne sono 3 che necessitano di questo strumento per continuare la loro esistenza. Intanto siamo riusciti ad acquistarne uno e a nome del presidente di sezione Marco Di Battista, a nome mio e di tutti i 104 soci, vorrei ringraziare quanti si sono avvicinati al gazebo, offrendoci l'opportunità di risolvere un piccolo problema, ma grande per la l’esistenza di chi potrebbe non vivere senza”.
Info 0721/495264, sede: via Fratelli Cervi 1, Cappone di Colbordolo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 21 giugno 2006 - 1143 letture

In questo articolo si parla di pesaro, centro servizi per il volontariato