Il lavoro nella provincia di Ancona: il punto della situazione

30/11/-0001 -
Lavoro e professioni, mercato del lavoro, occupati e disoccupati nella provincia di Ancona. Più in particolare: caratteristiche delle imprese operanti nel territorio; popolazione, forze di lavoro; assunzioni, forme di lavoro flessibili¸ cassa integrazione e mobilità.

dalla Provincia di Ancona
www.provincia.ancona.it


Di tutto questo si parlerà al convegno in programma a Jesi, Venerdì 16 Giugno e promosso dalla Presidenza del Consiglio Provinciale di Ancona.

“Il lavoro in provincia di Ancona”, questo il tema del convegno, che è stato organizzato al fine di operare un’analisi della situazione, la più realistica possibile, in modo da predisporre, poi, le strategie appropriate per il sostegno alla produzione e il rilancio dello stesso mercato del lavoro.

Il convegno si terrà nella Sala Congressi del Centro Direzionale Esagono (Banca Popolare di Ancona) – Via Don Battistoni, 4 – Jesi - a partire dalle ore 9,30. Dopo i saluti del Presidente della Banca Popolare, Corrado Mariotti (che ha strettamente collaborato all’organizzazione dell’iniziativa), sarà il presidente del Consiglio Provinciale, Antonio Righi a introdurre i lavori.

Seguiranno le relazioni dei Proff. Stefano Staffolani e Antonio Di Stasi, dell’Università Politecnica delle Marche. Subito dopo, sono previsti gli interventi dei rappresentanti delle principali Associazioni di categoria, dei sindacati e degli enti locali.

Nel pomeriggio, si riprenderà con l’intervento di Massimo Pacetti, Assessore alla Formazione e Lavoro della Provincia, cui seguirà quello dell’Assessore Regionale al Lavoro, Ugo Ascoli. Dopo il dibattito sarà il presidente della Provincia, Enzo Giancarli, a trarre le conclusioni dell’importante incontro.

In vista dell’assise, secondo uno studio condotto dall’ Università Politecnica delle Marche, possiamo dire, già da ora, che la provincia di Ancona è quella capace di produrre il valore aggiunto pro-capite più elevato tra le province marchigiane; il settore dei servizi del sistema locale di Ancona produce, da solo, circa il 40% del valore aggiunto totale della regione; i tassi di disoccupazione nella provincia sono in linea con quelli marchigiani e tra le province marchigiane, Ancona risulta essere la sola con un saldo occupazionale positivo in tutti i settori.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 14 giugno 2006 - 1012 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona