Una delegazione di agricoltori ricevuti in visita dall'assessore regionale Petri

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’assessore regionale all’Agricoltura, Paolo Petrini, ha ricevuto presso la sede della Regione Marche, alcuni agricoltori marchigiani con il bisogno di rappresentare le difficoltà che l’importante settore sta attraversando.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Durante l’incontro, Petrini, i dirigenti del servizio Agricoltura e i coltivatori, hanno discusso e affrontato diversi temi: il contenzioso relativo al pagamento del premio per l’insediamento dei giovani agricoltori, lo sforzo dei coltivatori a rispettare le prossime scadenze previste dai bandi per le diverse misure di investimento del PSR (Piano di Sviluppo Rurale) e l’eccessivo carico burocratico presente nel settore, con la necessità delle semplificazioni amministrative.

L’Assessore regionale, durante il dibattito, ha dato risposte e utili precisazioni ai presenti. Ha sottolineato che per quanto riguarda i fondi per i giovani agricoltori le procedure determinate dalla Commissione Europea non permettono, allo stato attuale, di erogare contributi con le risorse comunitarie né, tanto meno, con i fondi del bilancio regionale andando a costituire, questa ultima ipotesi, un improprio aiuto dello Stato. La Regione Marche ha aperto, su questo punto, un tavolo di negoziazione con la Commissione Europea al fine di risolvere la questione.

Per quanto attiene alle scadenze previste dai bandi del PSR, nell’ultima Giunta regionale sono stati adottati dei provvedimenti che prevedono delle novità ritenute soddisfacenti dagli agricoltori presenti all’incontro. Petrini, riguardo alla richiesta di snellimento burocratico, ha dichiarato che la semplificazione rappresenta una delle priorità dell’Assessorato i cui effetti si dovranno cogliere in particolare con il nuovo PSR 2007-2013. Una maggiore efficacia del servizio Agricoltura della Regione Marche potrà poi senz’altro essere determinata dalla costituzione dell’organismo pagatore regionale, il quale consentirà, nel prossimo periodo di programmazione, di avere rapporti più snelli e immediati con tutti gli operatori.

Per l’Assessore regionale l’incontro è stato utile per avviare una nuova e diversa fase di comunicazione tra Regione e agricoltori e che si concretizzerà con il piano di sviluppo rurale 2007-2013.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 giugno 2006 - 1010 letture

In questo articolo si parla di regione