Macerata: telefonare grazie a internet

3' di lettura 30/11/-0001 -
L’introduzione della tecnologia “Voip” nella rete telematica della Provincia di Macerata rappresenta una novità per quanto riguarda la Pubblica amministrazione nelle Marche ed è una delle prime esperienze del genere a livello nazionale.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


Lo ha sottolineato Lucio Forastieri, dirigente del Settore Informatica della Regione Marche, durante il suo intervento al convegno sul tema “Voip: l’integrazione dei servizi di telefonia su Internet e i nuovi scenari di applicazioni e servizi di telecomunicazione”, svoltosi nella sala conferenza della Provincia, a Piediripa, per iniziativa dell’Amministrazione provinciale e della “Task”, la società di gestione delle rete “Sinp”. Come noto, stiamo parlando di una tecnologia d’avanguardia che permette all’utente, pubblico o privato, di telefonare utilizzando la rete Internet invece che le tradizionali linee di collegamento.

Nel territorio maceratese la sperimentazione del “Voip” è in corso e rientra all’interno del progetto “Banda larga e servizi ad alto valore aggiunto”, grazie al quale si sta procedendo all’inserimento della “banda larga” su parte dell’infrastruttura telematica “Sinp”, tramite tecnologia wireless (ponti radio), e all’attivazione su tale infrastruttura di servizi ad alto valore aggiunto, tra cui la videoconferenza e il “ e Voip”.

La rete provinciale, inoltre, rappresenta lo strumento che a breve consentirà di diffondere a tutti i Comuni maceratesi il servizio “Voip” e quelli annessi. In questa prima fare di sperimentazione sono 5 le amministrazioni pubbliche che attuano il servizio “Voip”: la Provincia e i Comuni di Macerata, Civitanova Marche, Camerino e Tolentino. Questi Enti comunicano tra loro passando attraverso Internet (abbattendo quindi i costi della telefonia) e offrono al cittadino la possibilità di chiamare gratis gli uffici facendo un “click” sul rispettivo sito web. Dal portale della Provincia www.provincia.mc.it si può accedere alle pagine dei Comuni che hanno attivato il servizio e per il cittadino è già possibile chiamare via Internet alcuni uffici. Durante il convegno è stata effettuata anche una dimostrazione pratica del servizio.

I lavori sono stati introdotti dall’assessore provinciale Giulio Pantanetti, che ha tracciato una panoramica del processo di informatizzazione e di sviluppo della rete telematica a favore di tutte le Amministrazioni locali del territorio. Sono intervenuti poi il prof. Flavio Corradini, il quale guida il corso di laurea in Informatica all’università di Camerino ed è presidente del Comitato tecnico di “Task”, e Luca Cerquetella, amministratore unico di “Task”, cui è toccato il compito di illustrare lo stato dell’arte in provincia di Macerata introducendo un’interessante dimostrazione diretta del servizio. I Comuni coinvolti erano rappresentanti dall’assessore di Civitanova, Sergio Marzetti, dal vice sindaco di Macerata, Lorenzo Marconi, e i sindaci di Tolentino, Luciano Ruffini, a di Camerino, Enzo Fanelli, i quali hanno rimarcato la difficoltà per i paesi di intraprendere iniziative del genere in forma autonoma e l’importanza dei progetti di rete come questo.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 giugno 2006 - 1026 letture

In questo articolo si parla di macerata





logoEV