Fano: Una città con pochi marciapiedi e piste ciclabili

30/11/-0001 -
Chissà come vedono la nostra città i trenta disabili della gemellata città di Rastatt, ospiti in questi giorni dei Servizi sociali del comune di Fano.

da Comitato Pedoni e Ciclisti - Fano


Comunque non è difficile immaginarlo! Una città con pochi marciapiedi e piste ciclabili invasi continuamente dalle auto. Una città con un traffico caotico causa di mille pericoli per pedoni e ciclisti e di innumerevoli barriere architettoniche per chi viaggia in carrozzella. L’occhio fotografico dei partecipanti al Concorso Onaf “la dura realtà di ciclisti e pedoni a Fano” ha messo in risalto in maniera chiara e incontrovertibile la difficoltà che hanno pedoni e ciclisti a muoversi in sicurezza.

Situazioni irrisolte da tempo e nuovi pericoli causati da progetti e interventi che non tengono conto dell’esistenza della mobilità “dolce” o che sono frutto di improvvisazione o assenza di ordinaria manutenzione. In particolare sono stati fotografati i due sottopassi ferroviari di Via N. Sauro e di Viale Cairoli nei quali alle auto è riservata tutta la carreggiata stradale, mentre i pedoni devono schiacciarsi alle pareti per evitare di essere travolti (ricordiamo che proprio in Viale Cairoli pochi giorni dopo l’istantanea scattata da Cecilia Razzetti una signora è stata investita mentre era in sella ad una bici). Poi le numerose barriere architettoniche create o non risolte anche in lavori eseguiti pochi mesi fa (cavalca-ferrovia sul Canale Albani–foto Leonardo Zan); piste ciclabili invase da auto in sosta o con segnaletica insufficiente (foto Pietro Vitali); passaggi pedonali pericolosi (foto Giorgio Ferri); auto che ostruiscono o occupano marciapiedi e aree verdi; assenza di marciapiedi anche in zone turisticamente rilevanti (Viale D. Alighieri). Infine di grande effetto emotivo è stato il video di Marco Severi che ha messo a confronto il caos di Viale Gramsci, con il relax e la socialità che offre la zona pedonale del Centro storico.

Questi lavori insieme ad altri scatti prodotti dagli stessi organizzatori (Ciclope, Terra di Nessuno, in collaborazione con la 1° Circoscrizione) saranno utilizzati in altre iniziative e sono a disposizione dell’amministrazione comunale e dell’assessore alla mobilità.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 giugno 2006 - 1417 letture

In questo articolo si parla di ambiente, fano, lupus in fabula