Amagliani chiede al Governo di reintegrare 500 milioni per le Regioni

30/11/-0001 -
Una lettera al Ministro per la Solidarietà Sociale, Paolo Ferrero, è stata inviata dall’assessore Marco Amagliani con una precisa richiesta: il ripristino del 50 per cento del Fondo unico nazionale delle politiche sociali tagliato nel 2005 dal governo Berlusconi, all’ultimo momento nonostante le promesse di non mutare la dotazione finanziaria predisposta.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Il fondo unico nazionale delle politiche sociali venne istituito dalla legge 328, era di circa un miliardo di euro poi dimezzati nella scorsa legislatura: “Trattandosi di fondi finalizzati a servizi per i cittadini con maggiori fragilità” scrive Amagliani, è doveroso “garantire un adeguato supporto finanziario alle politiche sociali anche nella prospettiva di una seria individuazione e relativo finanziamento dei Livelli Essenziali di assistenza”.

Si tratta, quindi, di promuovere i principi di partecipazione e di sviluppo reali alla programmazione territoriale, spiega l’assessore alle Politiche sociali regionale, nella logica della “esigibilità dei diritti” su cui le Regioni in questi anni hanno sempre speso energie e realizzato investimenti in termini politici e finanziari.

L’assessore Amagliani auspica, infine, una ridefinizione del rapporto tra regioni e governo “in termini più collaborativi” di quanto non avvenuto finora perché, dopo cinque anni di governo Berlusconi, le Regioni si sono viste “completamente penalizzate nonostante la competenza esclusiva attribuita loro dalla legge di riforma costituzionale





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 07 giugno 2006 - 1042 letture

In questo articolo si parla di regione